Ex Siremar, tribunale, porto Ginostra, Prg: le dichiarazioni del Sindaco

Venerdì romano per il sindaco di Lipari Marco Giorgianni con degli incontri serviti a sollecitare la definizione di percorsi già avviati. Sulle sorti, già scritte della ex Siremar, al Ministero all’Economia, ha partecipato ad un incontro alla presenza del sottosegretario De Vincenti. “ Il percorso , già ben avviato – ha detto il primo cittadino- si definirà lunedì in una riunione con l’assessore regionale ed i vertici di CdI e SNS. Sarà verificato l’interesse della società del gruppo Franza e il Ministero si determinerà anche nei rapporti con CdI che non è detto debba lasciare subito”.

Sul futuro del tribunale di Lipari, con il vicesindaco Orto, in un incontro alla presenza del sottosegretario Ferri è stata riscontrata la volontà di dare delle risposte positive alle esigenze del territorio, in relazione al mantenimento della sezione distaccata, anche attraverso la nomina di un cancelliere per il quale sono stati già stati banditi dei concorsi per dei posti a Messina e Barcellona.

Sulla messa in sicurezza del porto di Ginostra, inoltre, è stato fatto il punto della situazione alla Protezione civile con il via libera per andare avanti con il procedimento, dopo le difficoltà amministrative, e quindi con la gara.

“Sull’accoglimento da parte del Tar al ricorso sul Prg- ha detto Giorgianni- la sentenza è stata sollecitata da noi e risolve tutta una serie di problemi come quello delle zone MO modificabili identificate come B e C, quindi con indice doppio, mentre il decreto successivo le aveva trasformate in zone agricole. Inoltre la stessa sentenza riabilita le zone B entro i 150 metri dal mare. Il depuratore – ha puntualizzato Giorgianni- non c’entra nulla con l’accoglimento del ricorso. Ci sono tuttavia alcune cose da chiarire che stiamo verificando con gli uffici. E cioè come ci dobbiamo comportare con le osservazioni approvate nella prima fase e decretate con il provvedimento sospeso “.