Eolie, Guardia Costiera ricorda regole buona condotta a salvaguardia della pubblica incolumità

L’Ufficio Circondariale Marittimo di Lipari, nell’ambito dell’Operazione Mare Sicuro 2020, ha provveduto ad effettuare dei sopralluoghi via mare e via terra al fine di monitorare lo stato di alcuni tratti di costa delle isole eoliane.

In seguito agli eventi franosi verificatisi, lo scorso inverno, che comunque non hanno provocato danni a persone e/o a cose, si è proceduto ad interdire le zone di mare antistanti elencando il tutto nell’ Ordinanza n. 20/2020 del 24 luglio 2020 “Interdizione di aree demaniali marittime, zone costiere e coste a picco sul mare con pericolo di crollo e dove vi è evidente accumulo di materiale franato” facilmente consultabile nella sezione Ordinanze del sito internet di questo Ufficio Circondariale Marittimo all’indirizzo http://www.guardiacostiera.gov.it/lipari

Inoltre, si è provveduto alla chiusura di alcuni specchi acquei mediante la collocazione di cavi tarozzati presso Cala Junco dell’isola di Panarea, la grotta del Cavallo dell’isola di Vulcano e la grotta del Bue marino dell’isola di Filicudi, in collaborazione con Wildlife Filicudi Conservation ed alcuni sommozzatori autorizzati. 

Con lo scopo di salvaguardare la pubblica incolumità, la Guardia Costiera ricorda che è vietato entrare anche a nuoto all’interno delle grotte dell’Arcipelago eoliano al fine di evitare spiacevoli incidenti a persone e/o a cose e di incorrere nelle relative sanzioni amministrative.