Enogastronomia, natura e sport: Salina risplende con le sue manifestazioni

COMUNICATO STAMPA

Inizia il conto alla rovescia per un week –end carico di appuntamenti nella più verde delle Isole Eolie. Dal 27 al 29 maggio, infatti, prenderanno il via la XIII edizione di Salina Isola Slow e la Eolian Sailing Week .

A conclusione del mese di maggio interamante dedicato alla biodiversità e sostenibilità attraverso la programmazione di “Maggio con gusto- aspettando Salina Isola Slow”, che ha permesso ai numerosi visitatori di vivere Salina “con più gusto”, mediante attività tra le quali vanno ricordate le visite alle aziende agricole, i laboratori del gusto e la riscoperta dello street food, il week end si aprirà giovedì 26 maggio, dalle ore 20.00, con la “Fritta – Sagra del pesce fritto –I^ edizione”, evento istituzionalizzato dal Comune di Santa Marina Salina , che mira alla riscoperta di un’antica tradizione, la frittura del pesce appunto, che era alla base dell’economia locale fino a metà del XX secolo, e con l’esibizione in piazza S.Marina del gruppo folkloristico di Lipari “Cantori Popolari delle Isole Eolie”.

Salina Isola Slow aprirà i battenti venerdì 27 in Piazza S.Marina, con eventi dedicati ai più piccoli nella mattinata e con un laboratorio del gusto a partire dalle ore 19.00, come da tradizione consolidata, per poi svilupparsi su tutta l’isola nei giorni seguenti con passeggiate naturalistiche, laboratori del gusto e convegni per una “tre giorni” dedicata al buono, pulito e giusto (programma dettagliato su www.salinaisolaslow.it).

In contemporanea nelle acque antistanti l’isola si svolgerà l’edizione 2016 della Eolian Sailing Week che, dopo una breve pausa, torna nei luoghi dai quali prese l’avvio, che vedrà la presenza di numerose imbarcazioni a vela per un fine settimana all’insegna dello sport e della sostenibilità.

“Siamo riusciti a creare un’offerta turistica per tutto il mese di maggio che promuove la sostenibilità a tutto campo tipica di Salina: la tradizione enogastronomica, le produzioni di eccellenza tra cui spiccano il Cappero di Salina e la Malvasia delle Lipari Doc, gli aspetti naturalistici e lo sport velico” commenta soddisfatto il Sindaco di Santa Marina Salina Massimo Lo Schiavo “che è stato possibile grazie alla sinergia tra i tre Comuni dell’Isola con la Comunità del Cibo di Salina Isola Slow, l’associazione degli Albergatori Isola Verde, le aziende agricole, gli operatori economici locali, il Porto delle Eolie, lo staff universitario del centro sportivo di Palermo, le cui attività renderanno Salina un luogo di incontro sostenibile per il prossimo week end.”

Salina …chi ci viene sa perchè