Elicotteri nella “giungla” delle Eolie

 L’Enac apre un’inchiesta su Air Panarea, occorrono corridoi di volo e la vicenda finisce in Parlamento

Peppe Paino

l'articolo sulle regionali di oggi della Gazzetta del Sud
l’articolo sulle regionali di oggi della Gazzetta del Sud

Panarea- Tutti contro la sola Air Panarea dopo il secondo servizio de “Le Iene” nel giro due anni, per verificare se con i suoi elicotteri, la società del pilota Lorenzo Vielmo, continua ad effettuare sorvoli turistici, in isole dove non si potrebbe . Il territorio eoliano è, infatti, classificato dall’Ue come zona a protezione speciale ( Zps) per la presenza di uccelli o colonie di uccelli da proteggere anche in relazione alle loro rotte migratorie. E tecnicamente non può essere sorvolato fin quando non si istituiranno degli opportuni corridoi. Sullo Stromboli invece, il divieto di sorvolo per finalità turistiche è in vigore, fatta eccezione per gli aeromobili di Stato e gli aeromobili direttamente coinvolti in operazioni di soccorso e salvataggio o autorizzati dalla Protezione civile.

Il servizio televisivo di Andrea Casciari di domenica scorsa, salito a bordo dell’elicottero di Vielmo nell’elipista della società ,a Panarea, per l’occasione con tanto di cappellino, parrucca e barba rasata per non essere riconosciuto, documentando acrobazie in volo e giri sul vulcano , ha creato l’inevitabile sconquasso. L’Enac ha comunicato di aver avviato dei controlli sull’ esercente dell’elicottero, E+S AIR, operatore titolare della licenza attraverso cui opera la società Air Panarea che aveva segnalato il volo dello scorso 16 settembresulla Panarea- Stromboli- Panarea . “Le operazioni – ha reso noto l’ente nazionale aviazione civile- sulla base di Panarea e l’aeronavigabilità dell’elicottero sono tuttora sospese in attesa di integrazioni richieste alla società” chiedendo, peraltro, conto sull’operato del pilota e richiedendo alla redazione de “ Le Iene” i filmati integrali . Nessun sollecito alla Regione, alla Prefettura e ai comuni ( ma lo aveva già fatto due anni fa) sulla produzione della documentazione necessaria per l’istituzione dei corridoi di volo. “Ma – assicurano gli esperti – non ci vuole chissacchè. Ci sono diversi studi e le traiettorie degli uccelli si conoscono”.airmaxitalia_banner460

Ma non c’è solo la questione del sorvolo. La vicenda finirà anche in Parlamento. Il pentastellato Alessio Villarosa ha chiesto in una interrogazione al Ministro dell’Economia e della Finanze “ di verificare la situazione fiscale della Air Panarea incrociando i dati tra consumo di carburante ed emissione di fatture o ricevute fiscali” facendo riferimento al pagamento di mille euro in contanti per il giro turistico, visto nel servizio. A Panarea, dove il comandante Vielmo opera da quasi vent’anni, il servizio di Casciari è stato contestato. “ Si è fatta di tutta l’erba un fascio”, si rileva nel tam tam dei social. In poche parole se Air Panarea, con sede nell’isola, è facilmente raggiungibile dagli inviati de ” Le Iene” (ignari della preziosa attività sociale d’inverno durante l’isolamento) si chiede di verificare , con altrettanta attenzione, quello che accade in questi cieli in piena estate . I sorvoli selvaggi di diverse compagnie provenienti dalla terraferma non mancano di certo. Come gli atterraggi. Ovunque.

Anche nelle elipiste sanitarie come accaduto qualche anno fa a Vulcano da parte di ricchi russi che distribuivano dollari di mancia per strada, in mezzo al mare sui lussuosi panfili che navigano nell’arcipelago, negli spazi sterrati della provinciale per Pecorini a Filicudi e dove capita meglio al riparo da occhi indiscreti. Va ricordata, a tal proposito, l’assoluzione dell’ambientalista Francesco Mirabito, collaboratore per il servizio de “ Le Iene” . Era stato denunciato , qualche anno fa, a Malfa, per violenza privata. Secondo i proprietari di un velivolo privato – aveva tentato di impedire all’elicottero atterrato, tra l’altro abusivamente, di decollare. In sua difesa si sono schierate

Bozza automatica 101
Annuncio creato il 5 Marzo 2021 18:01