Dissalatori in tutte le isole minori siciliane

“Le Isole minori dovranno dotarsi di impianti di dissalazione che rispondano alle esigenze idriche dei territori”. L’ha annunciato l’assessore regionale all’Energia Vania Contrafatto durante l’istituzione di un tavolo tecnico che si occupera’ di pianificare e programmare le opere necessarie nel settore energetico, idrico e dei rifiuti per rendere le isole minori piu’ autonome. Nel corso dell’incontro, l’assessore ha annunciato che alla prossima riunione di giunta presentera’ un documento nel quale proporra’ la realizzazione di dissalatori nelle isole ancora sprovviste e che attualmente hanno bisogno delle navi cisterna per rifornirsi di acqua. “I nuovi dissalatori avrebbero un risvolto positivo sia a livello ambientale che a livello economico – prosegue l’assessore – Da un lato, ogni isola potrebbe rispondere autonomamente alle proprie esigenze idriche, dall’altro, il governo nazionale avrebbe un notevole risparmio economico e potrebbe destinare queste economie alla realizzazione di infrastrutture ed opere utili alle stesse isole”. Le isole che hanno gia’ un impianto di dissalazione sono sei: Lipari, Ustica, Linosa, Pantelleria, Lampedusa eVulcano (in avanzato stato di realizzazione); le rimanenti, prive di dissalatore, attualmente devono ricorrere all’utilizzo delle navi cisterna per il trasporto dell’acqua.