Coscione : risposte chiare ai cittadini

di Francesco Coscione

Vivo a Lipari dal 1970, l’anno prossimo, se Dio vorrà, saranno cinquant’anni. Stamattina ho letto la corrispondenza tra il consigliere Muscarà e il Sig. Sindaco e ho pensato alla assoluta inutilità di un mio intervento in merito. Poi adesso ho letto la lettera della Signora Gaia e mi è tornata la voglia di replicare, grazie a lei, ripensando a questi cinquant’anni. Premetto che il tono della richiesta di Muscarà era un po’ troppo perentorio pur se dettato da una condizione forse esasperata.

Ritengo altresì che il Sig. Sindaco avrebbe potuto rispondere senza sarcasmi ribadendo il fatto che gli appuntamenti si concordano in due e non autonomamente, magari senza far valere il proprio ruolo e la propria carica che nessuno, suppongo neanche il Consigliere Muscarà, vuole mettere in dubbio o non rispettare.

Mi duole parlare con le persone e sentire sempre la stessa lamentela: amministrazione lontana dai cittadini, nessuna comunicazione né risposte, insensibilità verso la maggior parte del quotidiano.

Quando Alfonso Signorini, la scorsa estate, scrisse una bellissima lettera su Vulcano e la sua meravigliosa gente, lamentando che la strada verso Gelso era in pessime condizioni, ci fu una altera levata di scudi con elenco di ciò che era stato fatto per l’isola ma nessuno, dico nessuno, ha avuto la decenza di dire perchè quella strada era piena di erbacce. Se mio figlio ha le scarpe rotte, se ne frega se gli compro un nuovo smartphone. Starà coi piedi nel fango!

I politici hanno la dialettica per svicolare le domande e dare altre risposte ma i cittadini vogliamo risposte chiare e mirate.

Gentilissima Signora Gaia vorrei farle una domanda concreta: la strada per Gelso, porto essenziale per l’emergenza, è stata pulita? L’attracco per gli aliscafi è operante? Se no, perchè e con che tempi? Per gli altri quesiti rimando alla lunghissima sfilza di articoli sui media locali. Spero che nessuno abbia di nuovo l’ardire di rispondere dicendo: figlio mio guarda che bello smartphone.

Per le scarpe stai tranquillo, arriverà l’estate e potrai camminare scalzo.