Combustione controllata, Gugliotta al Sindaco: ora l’ordinanza

Annarita Gugliotta
Annarita Gugliotta

Lipari- Nota inviata al Sindaco da Annarita Gugliotta, consigliera comunale di Vento Eoliano

 Oggetto: Approvazione Disegno di Legge collegato alla Legge di Stabilità “disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di green economy e per il contenimento dell’uso eccessivo di risorse naturali”

Con la presente si rappresenta che in data 15.11.2013 il Consiglio dei Ministri ha provveduto ad approvare un Disegno di Legge collegato alla Legge di Stabilità, con il quale vengono introdotte nuove disposizioni in materia di combustione controllata di materiali vegetali di origine agricola.

Tale Disegno di Legge, modifica le disposizioni contenute nel Decreto Legislativo 3 dicembre 2010, n. 205, le quali stabilivano che “paglia, sfalci e potature, nonché altro materiale agricolo o forestale naturale non pericolosi…”, se non utilizzati in agricoltura, mettendo in pericolo la salute umana, dovevano essere considerati rifiuti e come tali dovevano essere trattati, vietando la combustione sul campo dei residui vegetali derivanti da lavorazione agricola e forestale che si configurava come illecito smaltimento di rifiuti, sanzionabile penalmente oltre che amministrativamente.

Il suddetto Disegno di Legge prevede, infatti, fatte salve le norme sulla condizionalità previste nell’ambito della Pac, che i Comuni , con propria ordinanza, tenendo conto delle specifiche peculiarità del territorio, individuino le aree, i periodi e gli orari in cui è consentita la combustione controllata, sul sito di produzione, del materiale vegetale di origine agricola, suddiviso in piccoli cumuli e in quantità giornaliere non superiori a tre metri stero per ettaro, mediante processi o metodi che in ogni caso non danneggino l’ambiente né mettano in pericolo la salute umana. Nei periodi di massimo rischio per gli incendi boschivi, dichiarati dalle Regioni, la bruciatura di residui vegetali agricoli e forestali è sempre vietata. I Comuni e le altre Amministrazioni competenti hanno la facoltà di regolamentare la succitata attività sospendendo o vietando la bruciatura in tutti i casi in cui sussistono condizioni meteo climatiche o ambientali sfavorevoli, ovvero in tutti i casi in cui da tale attività possano derivare rischi per la pubblica e privata incolumità e per la salute umana.

Senza dubbio, tale Disegno di Legge pone fine ad un’annosa questione che limita, e non poco, l’azione degli operatori nel settore dell’agricoltura e di tutti i proprietari di fondi terrieri.

Difatti, il divieto assoluto di bruciare sfalci, potature e paglia appare non essere compatibile con la realtà della nostra Regione, né tanto meno con le esigenze di un territorio insulare come le Eolie, ove parecchi sono i proprietari di appezzamenti terrieri.

Tutto ciò premesso, si invita l’Amministrazione Comunale a farsi parte diligente, al fine di emettere l’ordinanza regolativa.

Dott.ssa Annarita Gugliotta

(Cons. Com. Vento Eoliano)