Cimitero Pianoconte: per l’ampliamento un altro passo avanti

Il Consiglio ha approvato il progetto preliminare e l’apposizione del vincolo per l’area di pubblica utilità. Ora l’accesso ai terreni dei tecnici.

Lipari- Ampliamento del cimitero di Pianoconte: questione, annosa , nonostante le sempre più pressanti esigenze della popolosa frazione dell’isola ma, comunque, alla svolta. Con i voti della maggioranza ( astenuti D’Alia e Profilio) più quelli di Fonti, Gugliotta e Longo , per la minoranza, è passata, infatti, in Consiglio comunale la proposta di vincolare, l’area individuata nella frazione, alla pubblica utilità. Ciò ai fini dell’esproprio o del bonario componimento con i privati. Approvato anche il progetto preliminare che prevede quasi mille posti tra cappelle, loculi e sepolture.

“ Abbiamo bisogno dell’apposizione del vincolo finalizzato all’esproprio per passare alla fase successiva che è quella dell’accesso ai luoghi per la redazione del progetto definitivo “ ha dichiarato in aula il responsabile unico del procedimento Carmelo Meduri. Il quale ha rassicurato i consiglieri sulla correttezza dell’iter seguito , che poi è quello previsto dalla legge, sull’esproprio per opere pubbliche. “ I pareri – ha puntualizzato- verranno acquisiti una volta che sarà presentato il progetto definitivo, eventualmente da adeguare”.

Ma qual’è il punto ? Il rispetto della distanza delle case dalle zone cimiteriali, come indicato dal Piano regolatore generale. L’Ampliamento del cimitero, ovviamente, in questo senso , può rappresentare un problema e non solo per Pianoconte ma per tutti i camposanti delle frazioni di Lipari e delle isole dove le distanze sono contenute. Il decreto assessoriale di approvazione del Prg indicava il limite nei 200 metri; dopo il ricorso al Tar vinto dal Comune di Lipari è sceso nuovamente a 50 metri , come peraltro da approvazione commissariale. Ma la variazione non lascia ugualmente tranquilli alcuni consiglieri , nonostante le rassicurazioni degli uffici.

il consigliere Gesuele Fonti
il consigliere Gesuele Fonti

Come annunciato dal Sindaco, Marco Giorgianni in aula, però, l’ufficio urbanistica chiederà il parere sanitario per tutti i cimiteri. “ Al di là di possibili ricorsi contro i quali ci difenderemo- ha dichiarato Giorgianni- c’è un dato di fatto incontestabile: la nostra è stata l’unica Amministrazione, dopo 20 anni, ad aver affrontato con decisione la questione”. Da segnalare l’intervento del consigliere Gesuele Fonti che col collega Giacomo Biviano e con Nunziata D’Alia, da rappresentanti di Pianoconte, hanno seguito con passione la vicenda: “Non ho nessun dubbio che il parere sanitario sia positivo – ha osservato Fonti – e non può essere diversamente perché qualcuno allora dovrebbe spiegarmi e magari in altre sedi, come siano stati dati pareri per distanze inferiori ai 50 metri in passato. Noi- ha ricordato Fonti- stiamo parlando di vincoli che devono rispettare le abitazioni rispetto al cimitero e non il contrario”.

Per Giacomo Biviano ” è necessario oggi mettere un punto sull’ampliamento del cimitero di Pianoconte. È vent’anni- dichiara- che sento parlare di attese per possibili ricorsi che avrebbero fatto perdere tempo. Così facendo abbiamo perso vent’anni. Non sono più disposto ad aspettare, abbiamo aspettato abbastanza. Le uniche cose concrete per il cimitero di Pianoconte sono state realizzate con questa amministrazione che ha messo i soldi attraverso il mio assessorato ( quasi 300 mila euro) e ha continuato con l’affidamento della progettazione all’esterno e la proposta di delibera odierna che finalmente consente di avviare concretamente l’esproprio dei terreni e successivamente la realizzazione del cimitero”.

il consigliere Giacomo Biviano
il consigliere Giacomo Biviano