Anthony William Fromen (Fraumeni) imprenditore di successo, a Rochester, con la sua “Manufacturers Tool & Die Co. Inc.”

Era nato a Lipari nel 1880

Storie d’emigrazione

Anthony William Fromen (il vero cognome italiano era Fraumeni) nacque a Lipari, l’11 marzo del 1880, da Joseph (nato a Lipari nel 1848 e morto a Rochester nel 1909) e da Annunziata “Nunziata” D’Ambra (nata a Lipiari nel 1852 e morta nel 1933). Oltre a Anthony William in casa Fraumeni arrivarono altri sei figli: Catherine (1878–1931); John (1884–1963); Vincent (1886–1962); Concetta (1888–1963); Mary (1889–1972) e Anna Marion (1894–1973).

Il padre commerciante decise di emigrare con la famiglia, nel 1893, alla ricerca del “sogno americano”. I Fraumeni arrivarono ad “Ellis Island” a bordo del piroscafo “Iniziativa” e stabilirono la loro residenza a Rochester, capoluogo della Contea di Monroe, nello stato di New York. Anthony William Fromen  frequentò le scuole parrocchiali e la “Rochester Free Academy”. Successivamente  completò la sua specializzazione in ingegneria meccanica al “Rochester Institute of Techonology”.

Prestò servizio nella Marina degli Stati Uniti, come sottufficiale, dal 1902 al 1906. Dopo il suo congedo lavorò alla “Gleason Works” di Rochester con la responsabilità del reparto utensili e stampi. Nel 1908 divenne sovrintendente della “Taylor-Shantz Co.” anch’essa di Rochester che produceva utensili, stampi e macchinari speciali. Nel 1918 decise di mettersi in proprio e fondò  la “Manufacturers Tool & Die Co. Inc.” (produzione di prodotti torniti di precisione, produzione di strumenti ottici e lenti, stampi e utensili speciali, maschere protettive  e macchinari per la lavorazione dei metalli) della quale fu sempre presidente.

La società ottenne un incredibile successo.  Differenziò l’attività interessandosi nella vendita di carbone e legna. Il 26 febbraio del 1908 sposò Julia Moran (1880-1962) di origini irlandesi. I due ebbero tre figlie : Arlene; Marion e Elizabeth. Anthony William Fromen (Fraumeni) morì a Rochester il 9 settembre del 1951.


Geremia Mancini – presidente onorario “Ambasciatori della fame”