Ambulanti a Canneto : l’Amministrazione spiega come è stato organizzato il posizionamento

(Comunicato) In merito alla emessa “Ordinanza contingibile e urgente per il divieto di sbarco nelle giornate 23, 24 e 25 luglio 2019 per ambulanti diretti nell’isola di Lipari” n. 71/19 del 23 luglio, si ritiene utile fornire un chiarimento circa la posizione assunta da questa Amministrazione con il suddetto atto.

In passato, la caratteristica presenza durante le festività patronali e religiose di venditori ambulanti delle più disparate tipologie merceologiche, era motivato, oltreché da una prassi consolidata ormai negli anni, dal fatto che rappresentasse fonte di supporto ai comitati, a sostegno delle spese organizzative.

Tuttavia, durante i più recenti eventi, fino all’ultima festa di Maria S.S. di Porto Salvo, il numero particolarmente elevato, eccessivo, di operatori ambulanti presenti ha creato notevoli difficoltà logistiche, a partire dall’individuazione di aree adeguate al posizionamento di tutte queste bancarelle, ai non pochi problemi legati alla sicurezza, ordine pubblico e tutela del decoro.

Escludendo le bancarelle di vendita di noccioline, dolciumi e giocattoli, la cui presenza è ritenuta da questa Amministrazione elemento di folklore e tradizione, l’Ordinanza Sindacale ha dunque inteso disciplinare la situazione, peraltro ampiamente lamentata da numerosi cittadini, e ha impedito – in occasione della festa di San Cristoforo a Canneto – lo sbarco sull’isola di operatori ambulanti nei giorni 23, 24 e 25 luglio.

È pur vero che un numero limitato di operatori era già presente a Lipari, un numero accettabile in termini di ordine pubblico, e pertanto si è ritenuto di poter individuare un’area delimitata da dedicare esclusivamente a questo tipo di attività, ovvero l’area di parcheggio sita tra il parco giochi e il Coral Beach,  così da non creare intralcio al passaggio di auto e persone – come era avvenuto in passato – ed evitare che vengano occupate zone particolarmente sensibili come appunto l’area giochi, la piazza o la zona di Calandra.

Così, per l’area suddetta, l’Amministrazione ha previsto e attivato un servizio supplementare di pulizia e raccolta dei rifiuti, a ciascuna bancarella è stata fornita una dotazione di sacchi per l’immondizia che, ogni sera, saranno raccolti e smaltiti dagli operatori preposti. In tal senso è stata, inoltre, data disposizione alla Polizia Municipale perché effettui i dovuti e ripetuti controlli e intraprenda, se necessario, una forte ed efficace azione di contrasto alle attività non autorizzate e a coloro che non rispetteranno gli obblighi e i limiti stabiliti, soprattutto per il mantenimento di idonee condizioni igienico sanitarie.