Alcolismo e adolescenti: esercenti siano responsabili

Appello di Gianna Sidoti. Lettera del Centro Giovanile ai genitori

Riceviamo da Gianna Sidoti del Centro Giovanile di Lipari e pubblichiamo

Gianna Sidoti
Gianna Sidoti

Sento il dovere di ringraziare tutti i genitori che hanno attenzionato la problematica relativa all’incrementato uso di alcolici da parte dei minorenni che questo Centro Giovanile, grazie alla disponibilità dei notiziari locali, ha voluto porre in evidenza in questi giorni. Molte sono le preoccupazioni ma ci sono anche segnali positivi di una presa di coscienza del problema soprattutto da parte dei genitori che hanno un ruolo fondamentale in questa vicenda e che ci hanno incoraggiato e sostenuto vivamente.

A breve manderemo, di concerto con Don Gaetano Sardella, una lettera a tutti i genitori dei ragazzi tesserati al Centro Giovanile (che sono circa 200) per sensibilizzarli ulteriormente in merito, sperando così allargare la fascia di interesse. Condivido in pieno l’ipotesi che interessi economici sostengano queste dannose abitudini e che la sponsorizzazione della cosiddetta “movida liparese” da parte di alcune attività commerciali sia stata da una parte una soluzione al diminuito afflusso turistico alle Eolie ma dall’altra abbia creato delle “abitudini” che si protraggono tutto l’anno e che hanno individuato come obiettivo e principali clienti proprio gli adolescenti.

Dalla lettura di parecchi post di buon senso sui network mi rendo conto che tanti rimangono “perplessi” nel descrivere cosa succede il sabato sera nel nostro paese e penso che gli esercizi commerciali vorranno considerare che le cattive abitudini non vanno incoraggiate per fare cassa e che non si può, neppure per distrazione, somministrare alcolici ai minori.

Noi, animatori del Centro Giovanile, facciamo il possibile per dare a questi ragazzi un alternativa di svago e di socializzazione libera da qualsiasi intenzione di strumentalizzazione, compresa, finora, la scelta di restare aperti il sabato sera che rappresenta fisicamente anche un notevole sacrificio e ci asteniamo dal commentare i tentativi di gettare fango su questa realtà che ha garantito da 25 anni un servizio continuo e gratuito alla comunità.

Gianna Sidoti e gli animatori del Centro Giovanile di Lipari.