“Al liparoto non far sapere”…Meteo !

miuccio-rubrica160di Marco Miuccio

Il fatto che avere una diffusamente conclamata elevata sensibilità , un particolare gusto per il “bello in sé”, non implica né l’identificazione in un’identità femminile né una particolare propensione ad una mai analizzata a fondo omosessualità, decisamente di moda, ma irrimediabilmente non presente nei miei istinti più profondi, ma ad una particolare affezione al puro concetto di ricerca estetica riferito all’etimologia filosofica del termine; non certo a quello che, purtroppo, è il concetto diffuso tra le giovani generazioni, visto quello che si vede in giro, riferendomi nello specifico a certe scelte di stile e moda degne di chi ha davvero tanto coraggio o semplicemente dotata/o in casa esclusivamente di “Specchi di Legno”, dallo scarso potere riflettente.

E non bisogna certo essere obbligatoriamente Carrie Bradshaw di “Sex and The City”, alla costante ricerca della felicità accanto al suo “Big”, oggetto e causa di centinaia di sindromi da ansia da prestazione di altrettanti ometti dall’eterna e speranzosa domanda… “Ma Big è inteso proprio per… o perché era molto più alto di lei”?!?… per poter giudicare certi scempi di stile o semplicemente per concedersi il lusso di scrivere in maniera meno comprensibile a tanti, saltando da un argomento all’altro, con ironia ed indubbia carenza di frequenza nell’uso della punteggiatura, caratteristica tipica di chi ha la voglia di far perdere il lettore tra le parole, facendo gioire di ciò chi è semplicemente capace di seguire con maggior attenzione… Quindi… Un po di impegno in più!!!

Ma passiamo a questo preludio di periodo di festività…Questo non vuol dire che essendo prossimi ai festeggiamenti natalizi, tutti noi dobbiamo essere oggetto di tale “Festa”!!! Perché iniziamo pure a farci due conti di chi vuole “farci la festa”…

Tra dichiarazioni politiche nazionali, dove un centrodestra destinato ad affondare dietro (con rispetto parlando) alle conseguenze derivanti dal comportamento del suo Leader, d’imminente deposizione, si divide in un ultimo tentativo di dar idea che tutto ciò possa rappresentare qualcosa di nuovo, con riunioni di neo-partito e presentazioni dei suoi sorridenti componenti, facce viste e stra viste, che sono felici di non aver perso il loro posto; ma soprattutto che i sondaggi effettuati tra il “Popolo”, rilevino che una buona parte delle Signore e Signori che definivano LUI uno che “Ah però.. come parla bene”, continuino ad avere fede nel suo delfino, vero salvagente per la salvaguardia della poltrona di tutti, lasciandoci intravedere, anche a livello locale, l’interminabile ed incancellabile propensione di cercare Amministratori che promettano, anziché che concludano, condannandoci ad un eterno teatrino dei… Pupi!

Tra le dichiarazioni di un giovane comunicatore, picconatore di lontana memoria, che intende rinnovare un’intera classe politica, ma che stranamente si relaziona e si rivolge ai soliti noti, sporcando tutti l’ovvia bellezza della sua pura demagogia.

Tra le notizie di instabilità amministrativa dei conti, generata da probabili dietro front delle milizie Nazionali che, dopo aver fatto fare i conti alle Amministrazioni locali, forti della necessaria e vitale maggiorazione dell’IMU, lasciano intendere che ci sarebbero problemi di legittimità, provocando un piccolo dissesto di fine anno che farebbe più rumore dei Botti di Capodanno… ma tanto il problema non sussiste… I tagli verranno forse fatti si… ma certo non agli stipendi, al monte ore straordinari, alle trasferte, ai rimborsi dei Dirigenti… Già li sento… “Voi non capite… è una questione di Capitoli”!!!

In mezzo a tutto questo… La cosa che sembra meno drammatica è proprio il…

Meteo:

Giorni di pioggia intensa e, da martedì, brusco calo delle temperature che, fortunatamente, sul nostro arcipelago, sarà meno intenso che al Nord dove “tanto sono indaffarati che non si ha nemmeno il tempo di soffrire”… Il freddo!!!

Sull’arcipelago Eoliano infatti, le paventate correnti da Nord-Nord Est, si presenteranno piuttosto come un fronte proveniente da Nord-Nord Ovest, generando un alto tasso di “Umiditati Est”, con piogge diffuse e persistenti che avranno il loro culmine nella giornata di Mercoledì 27/11, giorno di grandi eventi, di novità e decisioni… Insomma… Stipendio a parte, un giorno da ricordare!

I venti, che saranno variabili da Giovedì, saranno comunque a regime di brezza tesa, ma non inficiante i collegamenti marittimi, quindi:

Ombrello al seguito per tutta la settimana, giubbotto pesante, berretto indossato e motorino in garage!!!

unnamedFood:

Nome del piatto: “Al Liparòto non far sapere…”

Un omaggio al Friuli, che mi ha adottato dal 1997 al 2005, con un classico, rivisitato in chiave di famoso proverbio,

della saporita cucina della mia Trieste.. “Al contadino non far sapere, quanto è buono il formaggio con le pere”!!!

Una fetta (meglio due) di formaggio “Montasio” dello spessore (importante) di 02 cm. cotto, in assenza del testo,

in una padella antiaderente ben riscaldata su fiamma alta, senza l’aggiunta di alcun tipo di condimento, con la cappa

in aspirazione a manetta, e finestre aperte per far circolare l’aria… da girare una sola volta appena s’intravede la crosticina.

In una seconda padella disponete le fette di pera (non troppo tosta) per farle leggermente caramellare, senza bruciarle

che viene fuori l’amaro (a padella calda, 15 secondi per lato).

Fate sciogliere in un pentolino dello zucchero, meglio a velo, a fiamma bassa, altrimenti diventa scuro ed amaro, e

versatelo sulle fette di pera che avrete disposto su un foglio di carta forno su una superfice non deformabile, tipo lo

scolapiatti del lavello della cucina, o meglio un grande tagliere per chi lo possiede.

Versatelo a filo in modo da creare un reticolo, senza affogare le fette di pera.

In un pentolino a parte, fate bollire acqua e sale, e cuocete per 15 minuti i fagiolini che rimarranno croccanti, senza condirli.

Componete il piatto su una base di pere, da cui avrete staccato il caramello che sarà penetrato nella polpa, adagiate la fetta

calda ed abbrustolita di formaggio, che sarà caldo e morbido all’interno, affiancando con i fagiolini e guarnendo con pezzetti

di caramello, unitamente, se reperibile, ad una marmellata alle arance rosse e Rhum!

I Contrasti:

Sapido del formaggio

Dolce delle pere

Amaro ed Alcolico della marmellata

Neutro e fresco dei fagiolini

Crunchy (croccante) del Caramello

Crispy (Abbrustolito) e Cuore Morbido del Formaggio

In chiusura, scusandomi per l’eccessiva voglia di scrivere, vi invito tutti alla visione della finale di “The Chef”, che verrà trasmessa Martedì sera su La 5 alle ore 21.15 circa, dove verrà eletto/a il “The Chef of Italy” della prima edizione del programma che, malgrado la poca attenzione, è stata vetrina per le Isole Eolie… Tutti i concorrenti saranno presenti, compreso il Sottoscritto… Buona visione e…

Buon Appetito!!!