A Matera evento Unesco, alle Eolie solo (e)venti forti e gelidi

1476225_10201795034509408_381963076_nMatera in festa per il ventennale dall’ingresso nelle liste Unesco, come Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Un vero e proprio evento. Nonostante la data esatta dell’anniversario ricada il prossimo 9 dicembre la città ha aperto i festeggiamenti in anticipo con una settimana di appuntamenti importantissimi ( avviati lo scorso 21 novembre) dal punto di vista culturale e ricettivo ai quali hanno partecipato esponenti di primo livello dell’Unesco, dal Messico, Spagna, Israele, Colombia, Regno Unito, Algeria, Stati Uniti, Libia, Cile, Giordania e anche esponenti della cultura italiana, da docenti universitari ad artisti, archeologi, storici e altri studiosi. Da oggi spazio al Simposio sul turismo culturale organizzato dalla Camera di Commercio alla Casa Cava che si protrarrà fino a domani e al quale partecipano anche alcuni operatori turistici eoliani, come l’ing. Mirko Ficarra.

Questo a Matera. Alle Eolie, nonostante siano passati tredici anni dall’iscrizione, non si riescono ancora a sfruttare le potenzialità offerte dall’appartenenza alla world heritage list. Da novembre solo (e )venti di burrasca aspettando che il pero cada dall’albero. Del resto lo stato di abbandono in cui versano le ex cave di pomice la dice tutta. Benedetti vulcani di Vulcano e Stromboli…se qualche temerario gruppo di turisti si vede ancora lo si deve a loro.