Vulcano, Ferri ( InsiemeXGelso): Quanti disagi…

Riceviamo dal presidente dell’associazione InsiemeXGelso, Claudio Ferri, e pubblichiamo

Claudio Ferri, Presidente di InsiemeXGelso
Claudio Ferri, Presidente di InsiemeXGelso

Dato l’assordante silenzio su ciò che sta succedendo a Vulcano mi sento costretto a rendere pubblico lo stato di degrado e di abbandono nel quale versa L’isola. Vulcano oggi è a tutti gli affetti un cantiere a cielo aperto.

Finalmente, partiti i lavori di realizzazione del tanto agognato depuratore e desalinizzatore, da alcuni mesi le strade di Vulcano Porto sono state stravolte e le relative coperture delle tracce, fatte appositamente per collocare le tubazioni, sono state ricoperte con approssimazione rilasciando continuamente scie di polvere al passaggio di veicoli con grande soddisfazione degli esercizi prospicenti. Se ciò non bastasse in prossimità delle festività Pasquali hanno dato inizio ai lavori di rifacimento del tratto stradale più percorso dai turisti, la strada che collega l’arrivo degli aliscafi, molo di levante, al corso principale affollato di negozi più frequentati rendendone impossibile il passaggio con grande disagio dei negozianti costretti a tenere chiuse le loro attività.

E’ vero che sono anni che aspettiamo questi lavori che miglioreranno sicuramente lo stato dell’isola ma ci permettiamo di osservare che forse andavano fatti in tempi diversi, l’approssimarsi della stagione estiva è alle porte e vi assicuro che lo spettacolo che Vulcano offre è davvero desolante. Una considerazione vorrei farla anche alla notizia di alcuni giorni addietro pubblicata nel vostro giornale nella quale l’amministrazione comunale comunicava alla cittadinanza del quasi certo aumento previsto per i cittadini relativamente alla tarsu, dal momento che verranno a mancare parte dei contributi che la Regione annualmente erogava. UN VENTO NUOVO SOFFIA ALLE EOLIE, era lo slogan con il quale alcuni anni fa fu presentato il progetto della raccolta differenziata. Sensibili a questo problema abbiamo più volte denunciato la mancanza di volontà nel raggiungere obbiettivi decenti a questo sistema, mancata sensibilizzazione e mancanza di strumenti.

Ad oggi a Vulcano la zona di Gelso e del Piano, la più affollata dagli abitanti di Vulcano, specialmente in inverno, è completamente sprovvista di raccoglitori differenziati. Nella zona del Porto esistono fatiscenti raccoglitori differenziati incomprensibili evidenziati con delle scritte a pennarello.

Come ogni anno in questo periodo la strada provinciale Porto Gelso sta diventando impercorribile, invasa da canne ed altra vegetazione che ne ostruiscono il passaggio e la relativa visibilità con enorme pericolo per chi la percorre. Ora con la sparizione delle province non sappiamo più a che santo pregare.

Da mesi ho denunciato lo stato di pericolo presente sul molo di Gelso. A seguito di una forte mareggiata di scirocco il mare ha divelto due grate spostandole dalla sua posizione naturale, data la nostra insistenza e della Circoscrizione qualcuno le ha approssimate senza bloccarle, meglio di niente.

Considerando che il turismo è la prima risorsa dell’isola, Auguri di una buona stagione a tutti.

Scusate il ritardo.

Claudio Ferri

Pres. Associazione insiemexgelso