Viabilità provinciale Serra: non ci siamo

Com’era ampiamente prevedibile non mancano, quotidianamente, disagi e difficoltà nella circolazione autoveicolare da Lipari per Canneto e viceversa. I mezzi pesanti, oltre il tonnellaggio consentito, continuano a sbarcare sull’isola di mattina e di sera, con o senza assistenza della Polizia Municipale. Di conseguenza non mancano le critiche e anche i pericoli lungo la provinciale di Serra ; percorrerla è diventato rischioso anche per le ambulanze del 118 . Ecco la nota inviata al nostro giornale da Livio Sciacchitano:

Comprendo l’ impossibilità e la difficoltà di risolvere problemi che richiedano risorse economiche insufficienti in questo difficile periodo di retrocessione che ha dimezzato i trasferimenti regionali e statali ai comuni, ma la cattiva operosità e la mancanza di buon senso non trovano giustificazioni. Lo smistamento del traffico sulla provinciale Lipari-Serra a quanto pare non sarà un rimedio temporaneo per garantire la viabilità da e verso le frazioni di Canneto, Lami, Porticello ed Acquacalda. Più volte ho sollecitato l’assessore alla viabilità, in maniera informale, a garantire uno scorrimento fluido della circolazione su questa tortuosa arteria stradale invitandolo ad apprestare tutte le misure necessarie atte a disincentivare la sosta vietata dentro la carreggiata. Mi chiedo: ma nessuno vede la situazione della viabilità su questa strada? il comandante dei vigili quali misure sta adottando per evitare tale disagio alla viabilità? Viene controllato che sull’arteria non abbiamo acceso i cosiddetti mezzi pesanti come espressamente vietato, oppure avviene un pericoloso accesso su questa strada, anche da parte di questi mezzi? Perdonatemi ma in questo caso non occorrono somme, non è un problema di crisi e’ un reale problema di cattivo sfruttamento delle risorse umane e di cattiva amministrazione, di totale strafottenza ai danni di una sicura viabilità. Quando viene messa a rischio la pubblica incolumità per le questioni evidenziate pensiamo alle difficoltà di transito anche da parte dei mezzi di soccorso?

Il mio silenzio mi renderebbe succube e connivente di una situazione figlia dell’inettitudine del menefreghismo dell’inoperosità degli organi deputati al controllo. Ho scelto di vivere su queste isole e chi di dovere deve garantirci che possiamo farlo nella maniera almeno minimamente dignitosa.

Livio Sciacchitano