Tribunale, Lo Schiavo ricorda la sua azione con l’Ancim

COMUNICATO STAMPA

il coordinatore Ancim Sicilia Massimo Lo Schiavo
il coordinatore Ancim Sicilia Massimo Lo Schiavo

Si trasmette di seguito la nota del presidente nazionale dell’Ancim, ing. Mario Corongiu, dedicata al recente provvedimento con il quale il Ministero di Grazia e Giustizia ha riconsiderato il problema delle sezioni distaccate dei tribunali nelle isole minori stabilendo la riapertura anche di quello di Lipari. A riguardo va chiarito che, a differenza di quanto sottolineato erroneamente da qualcuno, il coordinamento regionale dell’Ancim rappresentato dal Sindaco Massimo Lo Schiavo è stato sempre presente e attento proprio nei momenti chiave della vicenda, portando avanti un’azione forte a difesa dei diritti di chi abita i territori insulari e comunque sempre di concerto con la Direzione Nazionale dell’Ancim con l’intento di evitare sovrapposizioni con altre azioni di carattere individuale.

Già con nota prot. 1052 del 16 febbraio 2012 inviata al Ministro della Giustizia, successivamente con Delibera del Consiglio Comunale n° 36 del 24 settembre 2012 e poi con ulteriori e successive missive, il Sindaco Lo Schiavo mostrava forte attenzione riguardo alla problematica ed infatti, anche ai colloqui tenutisi lo scorso settembre a Roma, tanto in quello intercorso con il Capo di Gabinetto del Ministro della Giustizia Dott. Renato Finocchi Ghersi quanto in quello svoltosi presso la sede della Regione Toscana alla presenza dei sindaci delle isole minori e di alcuni parlamentari nazionali, risultati poi decisivi, l’Amministrazione Lo Schiavo è sempre stata attivamente presente.

Ufficio Stampa Santa Marina Salina

COMUNICATO STAMPA

 

L’ANCIM prende atto con soddisfazione che nel recente decreto del Ministero di Grazia e Giustizia, dando seguito all’incontro con una delegazione di Sindaci –tenutosi l’8.9.2013 alla presenza del Capo di Gabinetto del Ministro- sia stato riconsiderato il problema delle sezioni distaccate nelle isole minori.

Nel suddetto era già emerso che, nella ridefinizione della nuova geografia giudiziaria, avere tagliato le sezioni giudiziarie nelle isole minori, oltre a non avere razionalizzato il sistema non aveva neanche generato economie.

I Sindaci, in quella occasione, avevano illustrato le problematicità e le conseguenze che una tale decisione stava e sta creando nelle isole minori ed avevano chiesto di fare un periodo di moratoria dell’attuazione del taglio per valutare meglio tutti gli effetti ed anche le conseguenze economiche.

Questa prima valutazione del Ministero ha portato al ripensamento nelle isole di Ischia, Lipari e Portoferraio. Il Presidente dell’ANCIM Mario Corongiu nell’esprimere soddisfazione per il provvedimento adottato, tuttavia ribadisce che le stesse problematiche sussistono anche nei Comuni di Capri, Anacapri e di La Maddalena.

Il Presidente condivide l’idea che, nel periodo di moratoria della decisione di abolizione delle sezioni distaccate nelle isole minori, si proceda anche a sperimentare, non solo l’uso di strumenti informatici e di video conferenza, ma anche di percorsi alternativi quale quelli espressi dalla mediazione.

Essa però dovrebbe avere percorsi e metodi diversi da quelli delineati nel decreto legislativo N 28 del 2010 e successive modificazioni non praticabili, proprio per la loro struttura molto complessa, in realtà quale quella insulare.

Nella richiesta di incontro, anche recentemente rinnovata al Capo di Gabinetto del Ministro Cancellieri, i Sindaci sono pronti ad avanzare proposte che, se condivise, potrebbero già essere inserite nel Decreto approvato dal Consiglio dei Ministri del 24.2.2014.

Presidente ANCIM

Ing. Mario Corongiu