Trading online per principianti: come investire partendo da zero

L’attività del trading online è diventata, per molti, una delle possibilità di guadagno che permette di arrotondare lo stipendio a fine mese mentre, per altri, risulta essere addirittura la principale fonte di sostentamento economico.

Nonostante ciò, sono ancora molte le perplessità che ruotano attorno al mondo degli investimenti sul web e gli utenti tendono spesso ad approcciarsi al trading nella maniera errata.

Infatti, da un lato c’è chi ne ha una pessima opinione e la ritiene un’attività illecita finalizzata a prosciugare i conti correnti degli utenti meno accorti.

Dall’altro, invece, c’è chi tende a considerarlo fondamentalmente un gioco basato sulla mera fortuna o, peggio, un’attività con cui guadagnare cifre astronomiche ad occhi chiusi.

Tutte considerazioni fuorvianti che rischiano di gettare ombre oscure su di una delle attività finanziarie più antiche e che ha, sin dall’inizio, coinvolto un numero sempre più ingente di investitori.

Nel tempo il mondo degli investimenti ha conosciuto un’evoluzione significativa che ha permesso di spalancare le porte del trading anche ai piccoli investitori e a chi non ha conoscenze ferrate del settore finanziario.

Oggi investire sui mercati con il trading online è molto più semplice. Bastano una connessione internet ed un dispositivo elettronico e chiunque abbia una somma anche piccola può cercare di aumentare il proprio profitto investendola in azioni, valute, materie prime e tantissimi altri beni finanziari.

Ora come allora, il principio di base che regola quest’attività, affinché sia potenzialmente remunerativa e non si trasformi in una trappola mangiasoldi, è quello di investire con coscienza e di approcciarsi al trading online con l’adeguata preparazione.

Le opinioni negative sul trading, infatti, sono frutto di esperienze fallimentari sperimentate a causa dell’incoscienza o dell’inesperienza, pertanto in questa guida vogliamo trasmettere ai principianti tutte le informazioni utili per iniziare a fare trading in sicurezza e senza mettere a rischio il proprio patrimonio.

Formazione, esperienza e sangue freddo sono le regole d’oro per fare trading con successo, senza dimenticare di avvalersi degli strumenti giusti.

Se sei un promettente investitore alle prime armi, vediamo allora qual è l’ABC del trading online e quali sono i primi step per fare del trading di qualità.

Trading per principianti: la formazione e la pratica prima di tutto

Un po’ come avviene per qualsiasi altra attività, è impensabile iniziare a fare qualcosa senza sapere cosa fare e come farlo.

Per questo motivo è opportuno formarsi e studiare prima di investire i propri soldi perché, ci teniamo a ribadirlo, non è un gioco e il rischio di perdere tutto il patrimonio è sempre dietro l’angolo.

Chi inizia da zero può apprendere le nozioni principali studiando i materiali formativi presenti in abbondanza sul web oppure seguire dei veri e propri corsi di trading per principianti, fruibili in diversi formati, a pagamento o gratuitamente.

Come abbiamo già accennato, per iniziare a fare trading non è necessario disporre di grossi capitali e lo stesso vale per la formazione.

Chi non ha intenzione di spendere grosse cifre in corsi a pagamento o in intere giornate di formazione in aula che, solitamente, hanno un costo che varia dai 500 ai 5000 euro, può iniziare a muovere i primi passi nel mondo degli investimenti avvalendosi di un corso gratuito ma di qualità, come quelli offerti dagli stessi broker a tutti gli iscritti.

In tal senso, piattaforme come Investous e Trade.com sono diventate le più amate dai traders alle prime armi proprio per l’ampia sezione di formazione a loro dedicata.

Entrambe le piattaforme mettono a disposizione degli utenti un corso completo ed esaustivo di trading in formato ebook, al quale è possibile integrare anche delle video lezioni e ulteriore materiale scaricabile sul proprio pc o consultabile online.

L’aspetto positivo è che tutto ciò è completamente gratuito e anche per iscriversi alla piattaforma non è necessario pagare alcuna quota o fare alcun deposito iniziale sul conto del broker.

Così ci si può dedicare alla formazione in maniera approfondita e cominciare ad investire in tutta calma.

Fare pratica con il conto demo

Dopo un’adeguata formazione, i broker seri mettono a disposizione dei propri utenti dei conti demo gratuiti e spesso illimitati per permettergli di mettere in pratica quanto hanno appreso in linea teorica.

Cosa sono i conti demo? Sono dei portafogli digitali in cui vengono caricate somme di denaro virtuale spendibili sui mercati per esercitarsi con mosse e strategie di trading.

I conti demo simulano in tutto e per tutto i conti live, con la differenza che nel primo caso non si rischia di perdere il proprio denaro reale se le operazioni eseguite si rivelano fallimentari.

Alcuni broker permettono di utilizzare il conto demo illimitatamente, consentendo il passaggio da demo a live con pochi click. Ciò si rivela una funzione molto utile anche per i traders più esperti che preferiscono sperimentare senza rischi una nuova strategia prima di lanciarla sul mercato.

Altre piattaforme, invece, disattivano il conto demo non appena si esegue il primo deposito sul conto reale ma, di contro, mettono a disposizione dei traders ulteriori strumenti di supporto per investire in sicurezza.

Come scegliere il broker giusto: caratteristiche, servizi e strumenti di supporto

Dopo la formazione, la scelta della piattaforma giusta è il secondo passo fondamentale che ogni trader alle prime armi deve compiere in maniera ponderata.

L’inesperienza, infatti, potrebbe portare molti principianti a buttarsi sul primo broker che capita sottomano, rischiando che quest’ultimo non sia adatto alle proprie esigenze o, peggio, che sia una truffa bella e buona.

Per evitare di affidare i propri soldi nelle mani sbagliate, i meno esperti dovrebbero valutare attentamente le caratteristiche dei broker ed orientarsi nella scelta verso quello in grado di soddisfare al meglio le proprie necessità.

Nello specifico, è opportuno in primis accertarsi che la piattaforma in questione sia regolamentata e disponga delle opportune licenze rilasciate dagli enti di controllo finanziari, come la Consob per quanto concerne i broker che possono operare sul territorio italiano.

Poi, è bene concentrarsi sulle caratteristiche e i servizi offerti, soprattutto quando si vuole fare trading partendo da zero.

Un broker come eToro, ad esempio, è spesso la scelta preferita dai principianti perchè mette loro a disposizione degli strumenti di supporto che consentono di muovere i primi passi nei mercati con sicurezza.

Ad esempio, uno dei servizi di punta di eToro è quello del Copy Trading, pensato principalmente per tutti coloro che non sono ancora in grado di muoversi autonomamente e con disinvoltura negli investimenti.

Con il Copy Trading, i principianti possono letteralmente copiare le operazioni piazzate dai traders esperti, ottenendo un duplice vantaggio:

  • Imparare in maniera passiva, osservando le mosse dei professionisti.
  • Ottenere, in proporzione, dei potenziali guadagni grazie all’esperienza dei migliori traders

Una volta acquisita maggiore esperienza, poi, sono disponibili altri servizi che consentono di fare trading di successo, come segnali di trading, grafici, analisi accurate, ecc. (Pubbliredazionale)