Sidoti trova perdita Ato 2012 ma Fonti spiega

Riceviamo da Angelo Sidoti e pubblichiamo

Angelo Sidoti
Angelo Sidoti

Finalmente è stato possibile reperire il bilancio 2012 dell’Ato “Eolie per l’ambiente Srl in liquidazione”. Risultato: una perdita di Euro 253.590,29. Tralasciamo per il momento aspetti tecnici che affronteremo più avanti. Ma come mai l’Ato ha registrato una perdita nel 2012?

Come mai non erano presenti in assemblea i rappresentanti del Comune di Santa Marina di Salina e del Comune di Malfa?

Leggendo il verbale di assemblea redatto il 24/04/2013 sembrerebbe che la scelta sia stata del Sindaco di Lipari.

Prima dichiarazione all’apertura della discussione:

“causa un minore contributo erogato da parte della Regione ed in atto sono note le difficoltà di gestione dei Comuni (…..) per l’anno 2012 vengano emesse note di credito per complessivi Euro 324.306,78 e lasciare a carico della società tali spese”.

Seconda dichiarazione alla chiusura della discussione:

“il Sindaco di Lipari prende atto della dichiarazione del liquidatore della Società Avv. Saro Venuto, ma ribadisce che l’attuale situazione economica dei comuni, impone questa scelta anche per evitare di formare dei debiti fuori bilancio”.

Ma come mai questa scelta?

Forse in questo modo il Comune ha trasferito un debito all’Ato determinando di fatto nel proprio bilancio comunale un effetto positivo ed evitando anche il riconoscimento di qualche debito fuori bilancio?

Ha fatto bene il liquidatore a precisare:

“che, la decisione dell’assemblea di rimuovere i fondi costituiti dalla società in liquidazione condurrà la stessa ad una sicura deriva con ogni conseguenza anche in ordine alla gestione ordinaria;

che, le risorse liquide utilizzabili, in ogni caso, non consentono di soddisfare le ragioni di credito del costo del servizio di trasferimento dei rifiuti via mare;

che, in ogni caso la perdita in cui la società andrà a trovarsi dovrà, successivamente, essere integrata dai comuni di cui la società e’ solo organo di gestione di un servizio”.

Signor Sindaco stia attento alla dichiarazione riportata a verbale dal liquidatore prima della delibera:

“l’assemblea dei soci dopo aver apportato le dovute modifiche al bilancio predisposto dal liquidatore della società” delibera (…..)

Signor Sindaco rifletta molto su quest’ultima dichiarazione come anche sulle precedenti. Domando: Se succede qualcosa di negativo nell’Ato secondo Lei di chi sarà la colpa?

Ultima riflessione: come mai il fascicolo di bilancio del 2012 della Eolie per l’Ambiente S.r.l. in liquidazione non è stato trasmesso all’organo di controllo del Comune di Lipari visto che l’assemblea dei soci si è tenuta il 24/04/2013 e la richiesta dell’organo di revisione a mezzo email è datata 18/06/2013 e, successivamente con nota prot.del 02/07/2013 (vedi referto dei revisori al bilancio 2012 pagina n.36)?

( Sulla questione abbiamo sentito Mimmo Fonti, direttore generale dell’Ato Me 5 in liquidazione che “liquida” velocemente questo presunto caso. ” Il bilancio del 2012 – ha dichiarato- si sarebbe chiuso con un utile di 43 mila euro . Ma nel 2012- ha spiegato- non giunsero ai comuni  i fondi per il trasferimento dei rifiuti via mare e l’Ato impiegò le proprie risorse per lo svolgimento del servizio. P.P. )