Sicurezza igienico sanitaria : genitori Comprensivo Santa Lucia chiedono precauzioni

Lettera dei consiglieri d’istituto Laura Natoli e Roberto Piemonte al dirigente del Comprensivo Lipari ” Santa Lucia” Renato Candia; al Presidente del Consiglio d’Istituto Emma Nels; al Sindaco di Lipari, Marco Giorgianni; all’assessore alla Pubblica Istruzione, Tiziana De Luca; al dirigente comunale Mirko Ficarra:

OGGETTO: Sicurezza igienico sanitaria e prevenzione contagio influenza da coronavirus.

Con la presente desideriamo porre l’attenzione sulla sicurezza igienico sanitaria di tutti gli ambienti interni dei plessi del nostro istituto.
Alla luce degli ultimi eventi riguardanti la diffusione nel nostro paese della cosiddetta influenza da “coronavirus” ed a seguito delle ordinanze emanate dal Consiglio dei Ministri riunitosi in seduta urgente e delle successive ordinanze emesse dal Ministero della Salute si ritiene opportuno che vengano immediatamente messi in atto alcuni interventi atti a colmare una serie di lacune riguardanti le modalità di pulizia e il comportamento, dal punto di vista igienico, all’interno degli ambienti scolastici.


Si chiede pertanto che vengano utilizzati esclusivamente prodotti detergenti con azione disinfettante (soluzioni alcoliche e candeggina) su tutte le superfici e nei servizi igienici, con particolare attenzione a tutte quelle superfici che vengono spesso a contatto con le mani, tra cui i banchi ed i ripiani degli stessi (solitamente non interessati da alcuna procedura di pulizia!), le maniglie di porte e finestre, i corrimano delle scale; procedure che andrebbero svolte quotidianamente o più volte al giorno, soprattutto dopo l’ utilizzo dei locali scolastici, in orario extracurricolare, e spesso da soggetti adulti esterni alla scuola.

Si raccomanda fortemente, inoltre, di provvedere al più presto a rifornire TUTTI i servizi igienici di erogatore di sapone liquido, meglio se con azione antibatterica, e di rotolo asciugamani di carta, elementi indispensabili sempre ed imprescindibili in questo momento particolare, dove la prima e più importante misura anticontagio , come raccomandato dalle autorità sanitarie a tutti i livelli, risulta essere proprio il lavaggio frequente delle mani.

Sarebbe altresì opportuno verificare, sempre per i servizi igienici, il regolare funzionamento dei lavabi e degli scarichi dei wc, spesso guasti e che costringe a diminuire il numero dei locali igienici disponibili o, in alternativa, all’utilizzo dei secchi pieni d’ acqua al posto degli sciacquoni,
situazione non più ammissibile né giustificabile, anche se causata da atti vandalici di qualche studente. In ultimo, sarebbe auspicabile invitare tutti i docenti, e tramite loro, tutti gli alunni, ad adottare corretti comportamenti atti ad evitare possibili contagi, tra cui lavarsi spesso e bene le mani, tossire e starnutire nel gomito e soprattutto non venire a scuola con la febbre e o con una brutta tosse o se si e’ appena rientrati da un viaggio in paesi a rischio, tutte cose che invece succedono abitualmente.

Fermo restando che l’igiene, in assoluto, negli ambienti scolastici è fondamentale per la tutela della salute di chi vive giornalmente negli stessi ambienti, visto il momento particolarmente critico che sta attraversando la nostra nazione, siamo certi che queste poche e semplici misure, di prevenzione e buon senso, saranno tempestivamente attuate, per evitare domani di essere costretti a misure più drastiche, come sta purtroppo succedendo altrove.
Fiduciosi nella collaborazione di tutti i soggetti interessati, ringraziamo e porgiamo distinti saluti.

I Consiglieri d’Istituto:
Laura Natoli
Roberto Piemonte