Sicilia, parchi archeologici : venti milioni per la riqualificazione

Tre milioni di euro per i lavori di manutenzione dei parchi archeologici siciliani. Avviata dal governo regionale la progettazione esecutiva . Altri 17 milioni di euro, già impegnati, serviranno per realizzare recinzioni, video-sorveglianza, servizi igienici, segnaletica, punti informazioni, illuminazione artistica.

Saranno realizzati lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria, nonché migliorie all’interno delle aree archeologiche e delle loro zone dipendenti, per rendere l’accessibilità e la fruizione di livello adeguato al gran numero di turisti che in ogni stagione dell’anno li visitano.

« Il mio governo- ha dichiarato il presidente Nello Musumeci- sta investendo nel sistema dei parchi archeologici, ritenendoli la chiave di volta per lo sviluppo del territorio e del turismo culturale che porta sempre più turisti nella nostra Isola. Uno strumento che si sta rivelando vincente, lo dicono i numeri: l’obiettivo è quello di consentire ai nuovi parchi di poter raggiungere quelli di più antica istituzione, per un’offerta culturale di livello che possa attrarre sempre più visitatori».

Tra i parchi interessati anche quello delle Isole Eolie. I lavori verranno realizzati dall’assessorato dei Beni culturali.

Grande attenzione sarà dedicata ai siti dipendenti dai parchi, spesso a torto considerati minori, ma che sia dal punto di vista storico-archeologico che per il territorio su cui insistono, rivestono un ruolo importante e determinante per lo sviluppo socio-economico di zone ingiustamente finora poco valorizzate.