Seus 118 : turni massacranti per gli autisti soccorritori, audizione Uil Fpl all’Ars

I vertici sindacali della Uil FPL di Messina sono stati auditi dai componenti della VI Commissione Salute, Servizio Sociali e Sanitari, al fine di rappresentare le criticità che interessano i dipendenti autisti-soccorritori della  Seus 118 della Provincia di Messina . 

All’audizione, alla presenza del Presidente on. Giuseppe Laccoto, dell’assessore alla Salute, Giovanna Volo, dei deputati messinesi Calogero Leanza, Antonio De Luca, e degli altri  componenti della stessa Commissione, la Uil Fpl di Messina, era rappresentata da Livio Andronico e Maurizio Celona, rispettivamente segretario generale e segretario organizzativo

Ho chiesto formalmente l’intervento del  Presidente della VI Commissione On. Laccoto e dell’Assessore Regionale alla Salute al  fine di eliminare le criticità esistenti nel modello organizzativo SEUS 118 di Messina,  più volte denunciate dalla UIL FPL.  Nello specifico, è stata evidenziata la gravissima problematica degli Autisti  soccorritori, che mensilmente sono obbligati da parecchio tempo, a svolgere la loro  attività fino a 48 ore settimanali, raggiungendo mensilmente una eccedenza oraria di  circa 40 ore, in palese violazione del vigente CCNL e della normativa n.161 del 2014  della Comunità Europea. Ancor più, tale disagio, si estende al personale che effettua servizio nelle Isole Minori  come Lipari e Salina ricadenti quali zone disagiate, dove i dipendenti oltre alle criticità  relative ai collegamenti e ai costi per raggiungere il luogo di lavoro, sono costretti a farsi carico di ulteriore stress da lavoro correlato”.

Lo afferma Livio Andronico, il quale nel corso dell’audizione ha anche inoltre evidenziato come in tutte le postazioni della  provincia di Messina, non vi è una equa distribuzione dei turni festivi e diversi operatori sono costretti a lavorare 4 domeniche su 5, così come le ferie vengono  assegnate d’ufficio e spesso inserite nelle giornate che dovrebbero essere destinate  al riposo utile ed indispensabile al recupero psicofisico. Paradossalmente, accade che le ferie precedentemente assegnate, vengano revocate  per coprire turni di servizio, nonostante all’interno ci siano operatori con debito  orario, che potrebbero coprire i suddetti turni ma purtroppo, fino ad oggi, non è stata  mai istituita la banca delle ore. 

Denunciata, inoltre, la gestione caotica del personale – afferma Livio Andronico – in merito ai trasferimenti degli operatori. Infatti, alcuni di essi, idonei al servizio vengono sottratti dall’attività  istituzionale per essere utilizzati in attività meno gravose che potrebbero essere  svolte ,dal personale con limitazioni prescritte dal Medico Competente. La Uil Fpl di Messina ha quindi chiesto: rotazione dei dirigenti preposti; eliminazione dei turni di 12 ore; giusta ripartizione dei turni festivi; riconoscimento delle ferie e dei congedi a vario titolo nel rispetto cel CCNL – Aiop. In considerazione di quanto rappresentato, Il Presidente Giuseppe Laccoto, si è impegnato  ad incontrare il nuovo CdA ed il neo Presidente Seus 118 per affrontare quanto  manifestato e porre rimedio alle incongruenze fatte emergere dalla UIL FPL di  Messina. La Uil Fpl, continuerà a vigilare per far sì che ai dipendenti Seus vengano garantiti i  loro sacrosanti Diritti previsti dal vigente CCNL”.

Conclude la nota dei dirigenti sindacali della Uil-Fpl Messina.