Sempre più italiani aprono un conto corrente online

Aprire un conto corrente online, al giorno d’oggi, significa risparmiare notevolmente sulle spese di gestione. Si stima che, tale risparmio, si assesti oltre i 120 euro annui e ciò si spiega con l’assenza di filiali fisiche da mantenere: gli unici dipendenti necessari al completamento del servizio sono i promotori che s’incaricano di depositare fisicamente del denaro o consegnare libretti d’assegni, laddove richiesto.

Per il resto, la versatilità e la facilità di utilizzo rendono la banca online la soluzione più “smart” esistente e, tra i conti più scelti dagli utenti, vi è certamente il conto corrente di ING Direct. Si chiama Conto Corrente Arancio ed è stato il precursore di tutti i conti online odierni: ad oggi, vanta anche delle filiali fisiche e ha caratteristiche molto apprezzate dai consumatori. Innanzitutto è molto semplice da aprire: bastano un documento d’identità in corso di validità e un codice fiscale. S’inseriscono i dati interamente online e il contratto si può convalidare con firma digitale. Infine, basta versare una somma per attivarlo definitivamente.

A livello di spese, troviamo un canone pari a zero se la giacenza è inferiore ai 5 mila euro e la carta di debito viene rilasciata automaticamente all’apertura del conto. Un altro motivo per cui sempre più italiani scelgono di aprire un conto come questo, è l’assenza di interessi e di spese legate alle principali operazioni. Il Conto Corrente Arancio, infatti, consente di effettuare e ricevere bonifici, fare prelievi da ATM dedicati e avere persino una prepagata a costo zero. Si può, inoltre, tenere sotto controllo ogni movimento da smartphone o tablet oltre che da PC desktop, grazie alle app, e ricevere alert riguardanti le varie movimentazioni per SMS, mail e come notifica push sul cellulare.

Come molti altri conti, anche questo ha una versione base e una versione “full optional”, che viene chiamata “Zero pensieri” e consente di eliminare le minime spese legate alle operazioni che avvengono su sportelli diversi da quelli dedicati, bonifici inclusi. Se sul conto, poi, si accreditano stipendio o pensione, non vi sono neanche i 2 euro mensili di canone previsti. Ne consegue che, chi operi esclusivamente online, può usufruire della versione base avendo a disposizione tutto il necessario per sfruttare il massimo dei servizi, mentre chi si trovi anche a recarsi agli sportelli troverà, sicuramente, utile lo “Zero pensieri”.

A livello di carte, come già accennato, il bancomat (o carta di debito) viene rilasciato automaticamente all’apertura del conto: si tratta di uno strumento indispensabile, che anche i correntisti più esigenti per quanto concerne le operazioni online necessitano di avere sempre a portata di mano. Il motivo principale è la possibilità di prelevare contante, ma anche quella di effettuare le operazioni viste direttamente allo sportello. Il Conto corrente Arancio offre anche un vantaggio unico nel suo genere: la personalizzazione del PIN, che consente al consumatore di ricordarlo con maggiore facilità, pur con tutte le precauzioni del caso.

Infine, la carta di credito legata al conto ha un canone di soli 2 euro mensili, ma è possibile azzerarlo se si fa una spesa di 500 euro o se si usa l’opzione Pagoflex. Si tratta di una comodissima forma di rateizzazione che consente di restituire il debito della carta un po’ alla volta. Essendo anche adatta a ricevere pagamenti periodici come lo stipendio, è uno strumento molto richiesto da freelancer o liberi professionisti, ma anche per i giovanissimi che non abbiano entrate regolari.

Affidabile e facilmente gestibile, il Conto Corrente Arancio è certamente uno dei migliori esistenti e si può aprire e chiudere in tempi relativamente brevi.

(Publiredazionale)

Share