Sciascia e il suo legame con le Eolie : incontro con gli studenti a Lipari

CS 31102019

Lo scrittore Leonardo Sciascia e il suo legame con le Eolie e il territorio siciliano saranno al centro dell’incontro “Ricordo di Leonardo Sciascia” che si terrà il 31 ottobre presso la Chiesa dell’Immacolata – Museo del cinema e della civiltà del bello – Parco Letterario Eoliano dell’area museale del Castello di Lipari a partire dalle ore 10,00. L’incontro sarà il primo di una serie di eventi promossi e organizzati dal Centro Studi Eoliano e rivolti alla diffusione della lettura, agli approfondimenti letterari, artistici e ambientali del territorio siciliano e eoliano nell’ambito del progetto “Cultura, ambiente e territorio, per le scuole di Lipari”.

Il presidente del Centro Studi, Antonino Saltalamacchia, orgoglioso di coinvolgere i giovani e renderli protagonisti degli appuntamenti è riconoscente alla dirigente dell’istituto superiore “Isa Conti Eller Vainicher”, professoressa Tommasa Basile, per aver aderito con entusiasmo e disponibilità all’iniziativa, e ha scelto di iniziare il percorso del progetto con un omaggio a Leonardo Sciascia e di presentare e lanciare in tale occasione il bando del concorso di cortometraggi “ CinEolieAmbiente” rivolto ai giovani isolani.

La mattinata in ricordo di Leonarda Sciascia, giornalista, saggista e scrittore nato a Racalmuto nel 1921 e scomparso a Palermo il 20 novembre del 1989, vuole essere un momento di approfondimento sulla vita e le opere di un autore che ha innovato il modo di raccontare problematiche e mali sociali e che, nella sua carriera professionale e anche personale, ha avuto un legame forte con le isole Eolie.

Sciascia ha raccontato con una commedia l’importante evento storico la Controversia Liparitana del 1711 e che ha riguardato la vendita di una partita di ceci di proprietà della Chiesa che ha scatenato il conflitto tra il vaticano e il Regno delle due Sicilie durato oltre un secolo. Una commedia di sorprendente attualità, incentrata sul Potere, sulla laicità dello Stato, sul compromesso e sulla facile conversione di valori e ideali in nome del guadagno. La commedia, edita in un volume dal Centro Studi Eoliano, sarà il tema di discussione del dottor Salvatore Presti (autore e filmmaker indipendente, specializzato in italianistica e dottore di ricerca in discipline filosofiche e simboliche, regista Rai e autore di documentari e cortometraggi, ha curato la regia del docufilm “Luce verticale. Rosario Livatino. Il martirio”) che si soffermerà sulla controversia liparitana che compie cinquant’anni e sul rapporto cinema e Sicilia.

“La Sicilia in giallo e Sciascia autore di denuncia” sarà l’argomento della conversazione di Cristina Marra ( giornalista, scrittrice, esperta di narrativa poliziesca e noir) che direttore artistico di vari festival letterari tra cui Ombre Festival e Lipari Noir, racconterà la nascita del genere giallo di impronta siciliana fino al giallo irregolare e di denuncia nato con Leonardo Sciascia e il romanzo “Il giorno della civetta” del 1961 (diventato anche un film con la regia di Damiano Damiani nel 1968).

Concluderà l’evento la proiezione del video “25 maggio 1984- Leonardo Sciascia a Lipari” che ripercorre la giornata che lo scrittore ha dedicato a Lipari, ospite del Centro Studi. Sciascia è stato uno dei grandi personaggi eccellenti che il Centro ha invitato sull’isola e la sua presenza è stata un’ulteriore conferma di quanto puntare sulla cultura per valorizzare il territorio sia sempre la chiave vincente per far conoscere e apprezzare  le isole Eolie.

Lipari, 29 ottobre 2019

Ufficio stampa centro studi