Santa Marina : 1° Maggio per ricordare Portella della Ginestra

COMUNICATO STAMPA

loschiavoSi è svolto presso la Sala Convegni del Comune di Santa Marina Salina il previsto incontro pubblico dedicato alla rievocazione della strage di Portella della Ginestra, consumatasi nel pianoro posto nei pressi dei comuni di San Giuseppe Jato, Piana degli Albanesi e San Cipirello, in provincia di Palermo, il I Maggio del 1947.

L’evento, intitolato “Aspettando il I° Maggio” e a cui hanno preso parte, tra gli altri, anche i giovani studenti di Salina che frequentano l’Istituto “Isa Conti Eller Vainicher” di Lipari, è inserito in un programma di valorizzazione e riscoperta della Biblioteca Comunale e del suo ricco patrimonio librario fortemente voluto dall’Assessore alla Pubblica Istruzione ed alla Cultura Linda Sidoti e realizzato grazie alla collaborazione volontaria e gratuita del Dott. Alberto Mazzoni.

Questa giornata dedicata alla memoria, celebratasi alla vigilia della festa dei lavoratori, è stata introdotta da una riproposizione cantata e recitata di una lirica in vernacolo del poeta siciliano Ignazio Buttitta alla quale è seguito un intervento del Sindaco di Santa Marina Salina, Massimo Lo Schiavo che, oltre a dare il benvenuto ai presenti, ha accolto l’ospite d’onore della giornata: la Professoressa Maria Maniscalco, ex primo cittadino antimafia del Comune di San Giuseppe Jato e tra i primi sindaci donna eletti in Sicilia. Nel corso dell’incontro, moderato dall’Assessore Linda Sidoti, è stato proiettato un documentario che ha aiutato i presenti a ripercorrere i momenti precedenti e successivi al tragico fatto di sangue ed ha preceduto l’atteso intervento della Prof. Maniscalco che, dopo aver ripercorso cronologicamente uno dei periodi certamente più bui della storia italiana ed aver raccontato la sua esperienza di sindaco antimafia in uno dei territori più caldi della Sicilia, ha concluso esortando i giovani presenti a considerare e tenere sempre a mente la lezione fornita dalla storia per trarre da essa ogni elemento utile a costruire un futuro basato sulla legalità.

“Ricordarsi di non dimenticare – spiega il Sindaco di Santa Marina Salina, Massimo Lo Schiavo – è un principio da imprimere nella mente di ognuno di noi. L’incontro di oggi con una donna simbolo come Maria Maniscalco, che segue quelli che hanno visto, nel recente passato, Santa Marina Salina ospitare altri eroi della legalità come Roberto Saviano, Giovanni Impastato, Maria Falcone e Rita Borsellino, ha rappresentato un momento di crescita per tutti noi. La presenza dei giovani di Salina, per i quali questo evento è stato immaginato e realizzato, – conclude il Sindaco – ha come obiettivo preciso quello di veicolare un messaggio di coraggio e di speranza per i nostri ragazzi. Saranno classe dirigente di domani e devono, attraverso la consapevolezza, la memoria e la crescita culturale, stare sempre in guardia, imparare a non ripetere gli errori fatti in passato e costruirsi, con le loro mani e con le loro menti, un futuro da vivere al meglio nella propria terra”.

Nella foto: il Sindaco di Santa Marina Salina Massimo Lo Schiavo, la Prof. Maria Maniscalco, l’Assessore Linda Sidoti, il Dott. Alberto Mazzoni ed il Prof. Giacomo Montecristo dell’Istituto “Isa Conti Eller Vainicher” di Lipari.