Salina, che esempio: ultimato il diserbamento sulle strade

Michele Merenda

salina verdeSALINA – La gente di Salina decide di pulire le strade provinciali che fino a qualche giorno fa versavano in condizioni di emergenza. A stagione estiva già praticamente iniziata, infatti, la vegetazione aveva superato gli argini, sporgendo fin troppo pericolosamente sui limiti delle corsie di marcia. Una situazione che comportava gravi rischi soprattutto per chi girava sui mezzi a due ruote, oltre ad essere un’autentica minaccia anche per le carrozzerie delle autovetture e degli autobus, che già da tempo presentavano dei segni inequivocabili.

Vista l’assenza di interventi in loco, probabilmente dovuti a mancanza di fondi, il popolo di Salina ha quindi fatto da sé. I lavori di volontariato erano cominciati già nei giorni scorsi all’interno dei territori dei singoli comuni, registrando un primo grande incontro tra i cittadini salinesi nel pomeriggio di mercoledì. Affrontando una situazione divenuta insostenibile e che sarebbe soltanto potuta degenerare ulteriormente, gli abitanti si sono muniti di tosaerba, seghetti, zappe, rastrelli e forconi, procedendo ad una pulizia che ha ridato lustro alle proprie strade.

salina verde 2L’impegno sociale è stato dimostrato anche da chi ha portato da bere di propria sponte ai volontari e da coloro che hanno voluto contribuire economicamente per coprire le spese affrontate. Tra questi, vi sono stati anche alcuni commercianti dell’isola che hanno salutato ben volentieri l’iniziativa. Ai lavori sotto il sole di giugno, che in queste ultime giornate ha visto fianco a fianco più di 40 abitanti di differenti municipalità, hanno partecipato molte donne ed alcuni rappresentanti della nutrita comunità marocchina. Quest’ultima ha più volte dimostrato il proprio livello di integrazione, come stanno anche a dimostrare le partecipazioni alle sagre paesane con le pietanze tipiche del proprio paese.

“Qui ad Atene noi facciamo così” diceva Pericle nel 461 a.C., in un immortale discorso consegnato alla Storia per il suo rivoluzionario senso di rispetto per la libertà, il dovere e soprattutto per il bene pubblico. “Qui a Salina noi facciamo così” sembrano dire molti isolani con il proprio esempio. Una frase che ad oggi sembra suonare, paradossalmente, altrettanto rivoluzionaria.

salina verde 3