Rosa: conflittualità ideologica e politica condita dalla burocrazia

di Giovanni Rosa

giovannimelarosa160Egr. Direttore riporto quanto scrive il consigliere Casilli: “Stante quanto sopra e alla luce dei numerosi tentativi di prendere contatto la S.S. (nel contesto frase rivolta al sindaco Giorgianni …ndr) senza riuscirci, con la presente Le chiedo quale sia l’indirizzo strategico fornito al Distretto Turistico al fine dipartecipare al bando regionale”

Data di pubblicazione 13/06/ 2013…a dir la verità ho avuto dei problemi per giungere ad una conclusione razionale…ma come ??? dopo un anno il Consigliere Casilli non ha ancora avuto una risposta su un problema così importante ??????

In questi mesi ho cercato di capire il sistema dei GAL, gruppi di azione locale sovvenzionati dalla comunità europea e nella conferenza organizzata qualche mese fa dal GAL Isole di Sicilia ho avuto il piacere di conoscere i membri operativi presso la sala Consiliare del Comune di lipari.

Non mi risulta che oltre al sottoscritto fossero presenti altre persone del pubblico e per via gerarchica ho avuto modo di presentare una mia richiesta di appoggio ad un mio controverso ricorso al Presidente della Regione Sicilia tramite il Presidente del GAL , Sindaco Giorgianni .

Il tutto è stato formalizzato dal Dott. Sauerborn e devo dire che al di là di una freddezza formale nel proseguo ho avuto modo di scusarmi presso l’ufficio del Sign. Sindaco Giorgianni di un mio precedente articolo considerato poco rispettoso nei suoi confronti.

Ora la domanda : come è possibile che un privato cittadino riesca a conferire e trasmettere la documentazione di un problema personale e la stessa cosa non sia possible ad un Consigliere comunale???

A mio parere è proprio questa la principale problematica di queste Isole che l’amico Merlino candidamente cerca di evidenziare con annunci splendidi ma purtroppo irrealizzabili…conflittualità e difficoltà di dialogo costruttivo secondo regole di etica sostanziale.

In pratica Conflittualità ideologica e politica permanente non permettono di giungere a soluzioni compatibili con il “BENE COMUNE”.

Se aggiungiamo una burocrazia incapace di rendere praticabile il colloquio con gli organismi istituzionali cadiamo in una sterile situazione di mancata realizzazione dei progetti e delle iniziative utili al progresso.

Nota 1….entro settembre è possibile partecipare ai bandi misura 1 e 3 del GAC Gruppi di azione costiera isole di Sicilia da parte di pescatori o aderenti alla gestione di prodotti ittici fino a contributi individuali di 250 mila euro. Come persona di cultura media ho studiato i bandi …..era mio intendimento portarli a conoscenza di molti amici pescatori…dopo l’esame ho rinunciato e rivolto una preghiera ….proteggimi da ” SANTA BUROCRAZIA”…era meglio la santa inquisizione…almeno sapevi che ti avrebbero messo al rogo….

Nota 2...da tempo ho rinunciato a scrivere dopo che il saluto più cordiale di un “amico” di Vulcano è stato….”ma non sei ancora morto??? “.  Così vanno le cose…