Ristorazione: l’importanza di puntare su abbigliamento professionale per lo staff

Il personale di un ristorante comprende diverse figure professionali, tutte di grande importanza per ottenere sia il successo del locale, sia la totale soddisfazione dei clienti. Competenze, esperienze e professionalità sono ovviamente indispensabili, tuttavia il nome di un ristorante si lega molto anche alla sua immagine.

Proprio per questo, la scelta dell’abbigliamento è determinante e dev’essere effettuata prestando attenzione sicuramente allo stile, così come alle caratteristiche di qualità, comfort e resistenza all’uso.

Il tutto senza dimenticare la sicurezza: in un ristorante si lavora a contatto con fuochi accesi, liquidi bollenti e infiammabili, oggetti e utensili taglienti e contundenti, sostanze che possono rendere scivoloso il pavimento, e così via. A ciò si aggiunge la rapidità che il servizio richiede, soprattutto nelle ore in cui il locale è affollato.

Per dotare lo staff di divise di qualità è possibile rivolgersi ad aziende specializzate come Maurel, che realizza abbigliamento professionale per la ristorazione contraddistinto da un inconfondibile stile Made in Italy, nonché in grado di soddisfare ogni genere di esigenza.

Ad ogni ruolo professionale la divisa adatta

Nella ristorazione, il personale in servizio si divide tra sala e cucina: in genere sono presenti uno staff di cucina con chef e assistenti, oltre a camerieri e operatori di sala addetti ad accogliere i clienti, ad accompagnarli al tavolo, a gestire il flusso di lavoro tra cucina e tavoli, e alla cassa.

Che si tratti di un piccolo ristorante a gestione familiare o di un ambiente di grandi dimensioni, ogni operatore deve indossare l’abbigliamento adatto per muoversi comodamente e senza rischi e per offrire agli ospiti un’immagine piacevole ed elegante.

I capi di abbigliamento ideali sono realizzati con tessuti e materiali di qualità, resistenti all’uso e ai lavaggi, hanno un design essenziale e raffinato, colori in tinta con lo stile e gli arredi, ottima vestibilità e assenza di elementi (ad esempio bottoni, fibbie, aperture o tasche) che potrebbero intralciare il lavoro e costituire un fattore di rischio.

L’abbigliamento da lavoro per la cucina

Per chi lavora in cucina, sono da preferirsi pantaloni bianchi o chiari, abbinati ad una casacca, ad una t-shirt o ad una polo, ai tradizionali berretti o, per un look più contemporaneo, alla bandana. In alcuni ristoranti viene differenziato il colore della divisa in base al ruolo, tuttavia il bianco è la tinta che trasmette il miglior impatto estetico ed offre una sensazione di freschezza e pulizia.

È di estrema importanza che le divise dello staff di cucina siano confezionate con accuratezza e precisione e che consentano frequenti lavaggi senza deteriorarsi, sempre con riguardo alle qualità antinfortunistiche: bottoni antipanico per sfilare rapidamente la casacca nel caso in cui prenda fuoco, materiali ignifughi e scarpe antiscivolo.

Le divise giuste per il personale di sala

Camerieri, maître, chef de rang e tutto il personale che lavora in sala, necessita di un abbigliamento sobrio ma originale e raffinato, che contribuisca a rafforzare l’immagine del locale e che comunichi agli ospiti un senso di eleganza essenziale e di professionalità.

In base allo stile del locale e al target di clientela, il modello di divisa dovrà essere adeguato, sempre con un taglio sartoriale e una vestibilità perfetta, ma con un design classico o moderno: potrebbe essere, per esempio, un completo giacca/camicia e pantaloni in nero totale o in un’altra tinta scura, oppure un classico accostamento camicia bianca con pantaloni o gonna a contrasto.

Scegliere divise di qualità è comunque la prima regola, poiché rappresenta una garanzia per i lavoratori così come un valore aggiunto per il prestigio del locale. (Pubbliredazionale)