Ricovero secondo aliscafo Pignataro “penoso problema “

Il presidente di Federalberghi, Del Bono, non si spiega ancora come non sia stato realizzato

Comunicato

Christian Del Bono
Christian Del Bono

Meritano attenzione le dichiarazioni del comandante di Circomare Lipari, Cosimo Bonaccorso, apparse ieri sul Giornale di Lipari circa l’utilizzo di Porto Pignataro per il ricovero dei mezzi veloci che collegano le Eolie alla terra ferma in caso di condizioni meteo avverse. Come dichiarato più volte dalle società di navigazione, molto spesso alcune corse della mattina dalle Eolie e di sera da Milazzo saltano proprio perché non vi è la garanzia di poter riparare i mezzi in porto sicuro.

Le difficoltà riscontrate nel fare spazio in modo certo e sistematico ai mezzi veloci di linea è, infatti, una storia vecchia sollevata più volte dalla nostra associazione e non solo, affrontata con le diverse amministrazioni ma che puntualmente si ripresenta e non si riesce a risolvere. Questa, era stata affrontata anche un paio di anni fa, assieme ad altre questioni, nell’ambito di una riunione tenutasi presso la Capitaneria di Porto di Milazzo, convocata dal Comandante Fabrizio Coke, nell’ambito della quale tutti i soggetti presenti, su mia espressa richiesta, si impegnarono a svolgere il proprio compito per consentire il famigerato ricovero dei mezzi veloci a Porto Pignataro. Quel giorno, stando alle dichiarazioni degli enti preposti, sembrava proprio che nulla ostasse all’impiego di porto Pignataro a tali scopi, tanto che chi – non conoscendo le dinamiche più recondite connesse alle nostre mille beghe locali – avrà pensato che fossimo, fino ad allora, stati dei folli a non avere ancora risolto quel che di fatto, stando a quanto rappresentato quel giorno da tutti i presenti, non appariva nemmeno come un problema. Si sciolse la seduta come se la soluzione fosse già cosa fatta. Ovviamente nelle settimane a seguire non cambiò nulla e ad oltre due anni di distanza siamo ancora allo stesso punto. Cogliamo pertanto l’occasione, supportando appieno le dichiarazioni del Comandante Bonaccorso, per porre all’attenzione anche dell’attuale amministrazione comunale di Lipari questo annoso e penoso problema.

Christian Del Bono

Presidente Federalberghi Isole Minori della Sicilia

Presidente Federalberghi Isole Eolie