Province, dai commissari ai “tutori”

A Messina confermato Filippo Romano

Arrivano i commissari straordinari per gestire le Province regionali in questi 45 giorni di tempo che separano dalla riforma o dal ritorno al voto. Il Governo ha deciso di precedere non alla proroga in regime ordinario ma alla scelta di 9 “tutori” delle province ed a sorpresa sono solo 7 le conferme mentre due commissari sono “nuovi di zecca”.

I relativi decreti di nomina saranno ufficializzati nelle prossime ore. Non potendo prorogare i commissari uscenti con pieni poteri per effetto della bocciatura della relativa norma all’Ars col governo battuto in aula dal voto segreto, il presidente della Regione, Rosario Crocetta, ha provveduto alla predisposizione dei nuovi decreti di nomina.

Restano al loro posto in sette: si tratta dell’ex generale dell’arma dei carabinieri Domenico Tucci a Palermo, del viceprefetto Salvatore Caccamo a Enna, di Filippo Romano a Messina, di Raffaele Sirico a Caltanissetta, di Benito Infurnari ad Agrigento, Alessandro Giacchetti a Siracusa e Darco Pellos a Trapani.

Due le new entry: prende il posto di Antonina Liotta a Catania (già al centro di numerose polemiche per i suoi molteplici incarichi) il vice prefetto Giuseppe Romano mentre a Ragusa al posto dell’avvocato Giovanni Scarso, dimessosi per motivi familiari, è stata nominata Carmela Filoramo, anche lei viceprefetto.

blogsicilia.it