Pronto soccorso senza forbici ? Il Direttore sanitario: Accuse false e denigratorie

l'ospedale di Lipari
l’ospedale di Lipari

Lipari- “ Le accuse della signora Rita Zavone sono false e denigratorie e mettono in cattiva luce l’abnegazione e la professionalità di tutto il personale dell’ospedale di Lipari”. Lo ha evidenziato in una nota il direttore sanitario del nosocomio eoliano, dott. Francesco Catalfamo. L’ex infermiera dell’ospedale aveva denunciato al Giornale di Lipari che sabato scorso, al Pronto soccorso dell’isola, dopo una prestazione eseguita sulla nipotina della donna, mancavano le forbici per tagliare il filo di sutura oltre che i farmaci.

“ Nel cassetto dove sono custoditi i ferri- ha aggiunto il direttore sanitario- c’erano tre kit completi di pinza, forbici e portaghi ( necessari per effettuare suture di piccole e grosse ferite), anche i bisturi ( circa una trentina) che si trovavano nella relativa vetrinetta in sala medicazione”.

Il dott. Catalfamo, ha inoltre puntualizzato che il Pronto soccorso era ed è dotato di tutti i farmaci indispensabili e necessari e principalmente di quelli per affrontare tutte le emergenze-urgenze. Per quanto riguarda inoltre il personale, a breve il Pronto soccorso sarà potenziato con tre medici; dal 2 febbraio arriveranno due dirigenti medici di ostetricia e ginecologia ( saranno in tutto tre) e si potrà contare su tre medici anestesisti. Nel nuovo piano sanitario Lipari è prevista struttura complessa di anestesia e rianimazione.