Politica a Lipari ? Altro che programmi…

di Daniele Corrieri

peter-pan160Apro con una ovvietà che è bene ricordare sempre. Soprattutto in un periodo storico in cui le elezioni in Italia non contano nulla: ho il massimo rispetto per tutti coloro che si occupano di politica attiva a Lipari ma che si rispetti anche il diritto di critica; non alla persona, sia beninteso, ma al politico o politicante. Cioè a colui , in particolare, che ha l’arduo compito, e non perché gliel’ ha imposto qualcuno, di fare gli interessi della comunità che lo ha eletto.

Oggi la politica a Lipari è solo questione di numeri nella maggioranza altro che programmi. Ma sono fiducioso che questa volta sarà il Sindaco ad alzare il tiro perché non si può rallentare un progetto politico per i paletti posti dai singoli consiglieri . Ricordo che in questa legislatura il banco è già saltato due volte: la prima con Lauria che esce dalla maggioranza; la seconda con Articolo 1 che da soggetto politico o lista civica (chiamatela come volete) con programma e preferenze ricevute diventa, giusto due giorni fa, con i suoi due consiglieri non più un progetto politico ma due consiglieri che si identificano nella maggioranza. Con quali progetti, ancora, non si sa .

Di fatto due mesi fa il Sindaco ha dato l’Assessorato al Turismo ad Articolo 1 rappresentato da due consiglieri comunali i quali oggi , magicamente, diventano rappresentanti di se stessi. Sorvoliamo sulle modalità di comunicazione di questa decisione ma ai candidati di Articolo 1 che hanno contribuito alla loro elezione cosa dicono ? Arrivederci e grazie ?

Mi chiedo: è possibile mai che ogni due o tre mesi in una Amministrazione che di suo ha altri problemi ci siano sempre tirate di giacche ? Mi sorprende che il segretario del Pd Saverio Merlino ancora non abbia detto nulla , proprio oggi che i fatti stanno dando ragione a lui e a Giacomantonio che come si ricorderà poneva, dopo la nomina di Starvaggi, dimettendosi da portavoce, un problema di coerenza.

Nella lettera di Russo e Bertè sul passaggio da Articolo 1 al Gruppo misto si legge che col Sindaco si devono discutere gli indirizzi e la crescita del territorio. Amici miei ma il Sindaco non ha ben chiaro da tempo quale deve essere il suo programma amministrativo ? O deve cambiarlo ogni tre mesi ?

Da ignorante e leggendo il comunicato sembra che venga messo in discussione l’operato del Sindaco o parte di questa Amministrazione. Anche perché dove e perché si deve cambiare? Ma di solito queste cose non si discutono con tutti i membri della maggioranza e in particolar modo in Giunta in fase di programmazione e di bilanci ?

Mi permetto: una volta e in tempi non sospetti dissi “prendete Davide Starvaggi come Assessore”. Non lo presero e venne nominato Cuccia! Ora dico: Davide i numeri sono numeri, la politica è politica. Ma quel posto che ricopri è stato riconosciuto ad soggetto politico che tu , Russo e Bertè non rappresentate più. E’ vero che sei un tecnico ma sei anche un giovane intelligente e di belle speranze !

Agli amici che criticano la critica dico: qui si parla di Assessorato al Turismo, lo stesso che fa acqua da due anni. La questione non sarà trattata da me come fumo di paglia e per due giorni; ciò perché mi piace capire come verrà programmato lo sviluppo del turismo, progetti di eventi per il 2014 e quanto è legato all’accoglienza nel nostro Comune. Mi raccomando Direttore: non più un tir di pomice per le mie prestazioni… ma una nave cargo.

Mi auguro che Nuccio Russo e Ugo Bertè dopo aver parlato con il Sindaco informino cittadinanza, maggioranza e minoranza dei cambiamenti al programma esistente.

Magari sarà la volta buona che riescano a fare un miracolo…ma quelli li può fare solo uno.