Parco Archeologico delle Eolie : finanziati due progetti innovativi

Fondi dai Pon Cultura e sviluppo per l’innovazione dei siti archeologici siciliani. Tra gli interventi , per otto milioni di euro, rientrano due progetti presentati e approvati per il Parco Archeologico delle Isole Eolie. Ecco quali sono: ” Percorsi multimediali per la valorizzazione del Polo museale “Bernabò Brea”

L’intervento servirà a rinnovare l’offerta culturale sia del Parco archeologico che del Museo “Luigi Bernabò Brea”, mediante una riqualificazione degli spazi espostivi e un nuovo allestimento dei percorsi di visita che, grazie all’utilizzo di nuove tecnologie, sarà capace di suscitare l’interesse di un pubblico sempre più vasto, soprattutto nella fascia dei giovani. Anche in questo caso saranno realizzate piattaforme conoscitive e informative con uso dei sistemi integrati, nonché aree di socializzazione e condivisione “web oriented”. L’utilizzazione di applicazioni tecnologiche avanzate consentirà, inoltre, la digitalizzazione del patrimonio culturale, anche in forma tridimensionale, e l’utilizzazione della realtà aumentata anche nella simulazione di tour virtuali.

Laboratorio di vulcanologia delle isole Eolie (LAVE) nella relativa sezione del Museo Bernabò Brea

L’intervento mira ad intercettare il target di visitatori interessato al turismo naturalistico, un segmento in forte ascesa e con propensione alla destagionalizzazione.

Il LAVE, che è un centro studi, attraverso la modernizzazione dell’offerta intende creare le condizioni necessarie per accreditarsi come polo di attrazione per ricercatori e giovani studenti, intercettando una fetta del mercato turistico-culturale molto interessante.

L’intervento prevede la creazione, all’interno dell’edificio che ospita la sezione di vulcanologia dedicata ad Alfred Rittmann, di un laboratorio multimediale in cui il visitatore verrà introdotto alla conoscenza della geomorfologia dell’Arcipelago Eoliano e alla comprensione dei molteplici aspetti degli insediamenti umani che si sono susseguiti nei secoli. L’innovazione apportata consentirà di conoscere, attraverso specifici percorsi multimediali e l’utilizzazione di strumentazione 3D e di realtà aumentata, in maniera nuova e curiosa la storia geomorfologica dell’arcipelago. Inoltre saranno curati i tour virtuali che consentiranno ai visitatori di navigare attraverso piattaforme on-line e di utilizzare i Gaming, applicazioni virtuali che consentono la divulgazione del patrimonio culturale attraverso esperienze di gioco fruibili dagli utenti on-line e installabili sui propri dispositivi.

Bozza automatica 101
Annuncio creato il 5 Marzo 2021 18:01