Panarea, malasanità : per l’ambulanza spinta a mano all’elipista il Codacons annuncia esposto alla Procura

Panarea: l’OGS inaugura un nuovo osservatorio meteorologico

(Comunicato) Sanità sempre più allo sbando in Sicilia. L’ultimo emblematico episodio, che ha reso ancora più drammatica la situazione di una paziente soccorsa in gravi condizioni,  è rappresentata da un’ambulanza a trazione elettrica sull’isola di Panarea, che stava trasportando la donna mentre all’improvviso il mezzo si è bloccato, non si muoveva più e le persone vicine, parenti ed amici della paziente, hanno dovuto iniziare a spingere l’ambulanza. Una situazione tragica, quella accaduta sabato scorso, che fotografava la difficile situazione dei soccorsi sanitari sulle isole eoliane e che, annuncia il Codacons, finirà sul tavolo del Procuratore di Barcellona P.G.

La donna, che lamentava forti dolori intestinali, aveva anche la febbre ed i familiari avevano richiesto il soccorso della guardia medica, che a sua volta aveva chiesto l’intervento dell’elisoccorso del 118, arrivato sull’isola quattro ore dopo la richiesta di aiuto, perché impegnato in un altro intervento a Salina.

In tutta la Sicilia ci sono tre elicotteri notturni disponibili su un totale di 5, attivi durante il giorno. L’ambulanza elettrica avrebbe dovuto portare la donna al punto di atterraggio dell’elicottero, ma essendosi fermata alcuni isolani sono stati costretti a spingerla fino all’elisuperficie.

Il mezzo di soccorso, di proprietà comunale, sarebbe stato revisionato di recente, ma sarebbe andato in panne, perché le luci del vano sanitario sarebbero rimaste accese per troppo tempo.