Ospedale di Lipari : Codacons a sostegno della protesta valuta denunce e class action a tutela dei residenti

Ospedale, Conti , Garofalo, Biviano : arrivano le prime risposte concrete

Sul caso dell’ospedale di Lipari scende in campo il Codacons, che ha preso contatti con il comitato promotore delle proteste contro i tagli alla sanità sull’isola.

Abbiamo raccolto il grido d’allarme dei residenti e stiamo studiando le possibili azioni da intraprendere a livello legale affinché sia garantito a tutti i cittadini delle Eolie il diritto alla salute riconosciuto dalla Costituzione – spiega l’associazione – Non esistono utenti di serie A e di serie B, e il Servizio Sanitario Nazionale deve assicurare eguali standard su tutto il territorio, perché in caso contrario si determinerebbe una violazione delle norme vigenti e una grave lesione dei diritti dei cittadini.

I legali del Codacons stanno pertanto valutando la possibilità di una denuncia penale volta a far intervenire la magistratura sul caso dell’ospedale di Lipari, e le condizioni per una vera e propria class action contro la Pubblica Amministrazione da parte dei cittadini che risiedono alle Isole Eolie, i quali pagano le tasse come gli altri contribuenti e hanno diritto a ricevere i medesimi servizi. Non solo. Qualora un cittadino dovesse subire danni fisici o ripercussioni sulla salute a causa delle carenze della sanità pubblica alle Eolie, sarebbe possibile intentare azioni risarcitorie contro Stato e Regione.

In tal senso il Codacons mette a disposizione dei residenti uno sportello dove ricevere informazioni e assistenza: sportello@codaconsicilia.it