Navi, Regione e sindaci delle isole sollecitano il Ministero

Navi : itinerari - orari dal 1° dicembre al 31 marzo 2024

Tutti i rappresentanti delle isole di Sicilia hanno potuto apprezzare ieri l’interesse sia del Governo Regionale, tramite l’Assessore alle Infrastrutture, Alessandro Aricò, insieme all’Assessore al Turismo, Elvira Amata, sia dell’Assemblea Regionale Siciliana attraverso il suo Presidente on.le Gaetano Galvano, il Presidente della Commissione Bilancio, on.le Dario Letterio Daidone, la componente della I° e V° Commissione, on.le Giusy Savarino, i deputati regionale Antonio De Luca, Calogero Leanza, ecc., riguardo ai collegamenti marittimi tramite navi in atto espletati dalla Società di navigazione Società Siremar Caronte & Tourist Isole Minori S.p.A.

In discussione tutte le problematiche riguardanti i collegamenti che causano seri problemi alle popolazioni isolane e l’aumento delle tariffe che ha già inciso negativamente sull’economia turistica isolana e che ora, con l’ultimo aumento del 20%, peggiora ulteriormente la già precaria economia locale.

L’insostenibilità della situazione che si è venuta a determinare è stata evidenziata dai rappresentanti di tutte le isole presenti all’incontro, i quali hanno paventato il rischio che venga sempre più negato il diritto alla libertà di movimento e, di conseguenza, alla “continuità territoriale”, se non si trovano immediate soluzioni per ripristinare tutti i collegamenti essenziali e quelli integrativi compromessi dalle vicende giudiziarie che hanno riguardato la società che, da sola, le gestisce.

La discussione è stata approfondita e si è deciso di sollecitare, intanto, il Ministero a condividere la soluzione proposta dalla Regione e di impegnarsi per il superamento dei problemi che caratterizzano il sistema dei collegamenti marittimi con le isole di Sicilia e per il contenimento delle tariffe.

Rimane in programma, nel caso del protrarsi della situazione attuale e al fine di trovare soluzioni all’attuale incresciosa situazione che si riflette pesantemente sulla fragile economia delle isole, l’intenzione di manifestare il dissenso delle Amministrazioni isolane recandosi a Roma dopo l’Epifania per rappresentare al Ministero delle Infrastrutture e Trasporti e presso le sedi del Parlamento Nazionale (Camera dei deputati e Senato), le problematiche dei collegamenti marittimi e l’attuazione immediata di iniziative idonee alla loro soluzione.

Addì 22.12.2023
Domenico Arabia, Sindaco di Santa Marina Salina
Fabrizio D’Ancona, Sindaco di Pantelleria
Francesco Forgione, Sindaco di Favignana – Isole Egadi
Riccardo Gullo, Sindaco di Lipari
Filippo Mannino, Sindaco di Lampedusa e Linosa
Salvatore Militello, Sindaco di Ustica
Giacomo Montecristo, Sindaco di Leni
Clara Rametta, Sindaco di Malfa