Malfa, gli albergatori : “non rubiamo l’acqua ai cittadini “

Riceviamo e pubblichiamo, dopo alcune richieste di rettifica sui firmatari del documento, dal direttivo dell’ Associazione Isola Verde :

Egregio direttore,
abbiamo letto con stupore una missiva indirizzata al Suo quotidiano con la quale un villeggiante, nel lamentare lo scarso approvvigionamento idrico della sua abitazione estiva a Malfa, ha rivolto sgradevoli e non troppo velate accuse agli albergatori, incriminati di “rubare” l’acqua ai cittadini.
Salina Isola Verde, Associazione degli Albergatori ed Operatori Turistici dell’Isola di Salina, respinge con sdegno tali illazioni, le quali, proprio perché non supportate da alcun riscontro fattuale, risultano false e gravemente lesive della reputazione di tutto il comparto ricettivo di Malfa.

Occorre premettere che nella seconda parte del mese di luglio Malfa ha sofferto una crisi idrica, fortunatamente in via di superamento. Questa è stata causata da fattori esterni, senz’altro non imputabili agli albergatori ed all’amministrazione comunale.
Orbene, tali disservizi hanno investito tutta la popolazione indistintamente. Privati cittadini, commercianti ed albergatori hanno subito gli stessi disagi. Il comparto ricettivo, peraltro, è stato tra i più colpiti e ciò proprio in ragione della tipologia del servizio offerto. L’acqua è indispensabile per esercitare l’attività imprenditoriale, sicchè gli alberghi e gli operatori turistici hanno subito danni senz’altro più gravi del villeggiante in questione, il quale, per sua stessa ammissione, l’acqua l’ha sempre avuta e ad oggi continua ad averla.


Chiediamo pertanto all’autore della spiacevole nota stampa di documentare immediatamente quanto asserito relativamente alle strutture ricettive. Diversamente, un sussulto di dignità gli imporrebbe di formulare immediatamente le proprie scuse a tutta la categoria.


Ultime doverose considerazioni: se la difficoltà in cui gli operatori hanno lavorato non è stata percepita all’esterno è proprio per lo spirito di abnegazione di ogni singolo albergatore. Siamo quotidianamente impegnati ad offrire il miglior servizio possibile e, soprattutto, a non far percepire agli ospiti eventuali criticità dovute a fattori interni ed esterni.


Infine, le ragioni di interesse superiore che hanno causato la crisi idrica, ossia i lavori di costruzione del porto, ci hanno indotto ad evitare ogni polemica. Sappiamo bene quanto quest’opera sia importante per il territorio e per questo, a differenza di altri, privilegiamo sempre gli interessi della Comunità.