Lipari – Santa Marina, che gelo

I sindaci Giorgianni e Lo Schiavo
I sindaci Giorgianni e Lo Schiavo

Lipari- Rapporti sempre più difficili tra i sindaci e le amministrazioni di Lipari e Santa Marina Salina. C’è il gelo più rigido e, negli ultimi giorni, si è manifestato in maniera evidente con i comunicati emessi prima dall’ assessore alla pubblica istruzione liparese Tiziana De Luca a proposito dell’estromissione di Lipari dalla conferenza scolastica provinciale ( si sostiene anche per il mancato sostegno di Santa Marina ) e dopo, dall’assessore Domenico Arabia, per il comune salinese, sulla nascita del coordinamento dei siti Unesco siciliani a Catania. Nota alla quale ha fatto seguito un nuovo comunicato dell’assessore De Luca annunciando, oltre alla nascita del coordinamento , anche la proposta di un gemellaggio fatta al sindaco di catania Enzo Bianco, all’insegna dei vulcani, tra le Eolie e l’Etna. Ma c’è di più : Lipari non avrebbe sostenuto anche la conferma del sindaco Massimo Lo Schiavo alla guida dell’Ancim Sicilia ” colpevole”, tra, chissà quali altri motivi che restano oscuri, di non aver appoggiato la battaglia di Lipari per la riconquista della sezione distaccata del Tribunale. Battaglia che invece Lo Schiavo rivendica di aver condotto, attraverso il Consiglio comunale e attraverso l’Ancim che, a sua volta – a tal proposito- attende l’apertura di altre due sedi nelle isole minori. I dissapori risalgono di sicuro alla scorsa campagna elettorale per le regionali . Si spera in un chiarimento definitivo tra SSR per la gestione dei rifiuti e di altre vicende che necessitano di chiarezza e di unità d’intenti come ad esempio il futuro dei trasporti marittimi.