Lavori chiesa San Pietro: la comunità ringrazia la famiglia Siracusa

Riceviamo da Maria Carnevale e pubblichiamo

Gentile Direttore,

cantiere san pietro 2Come si può riscontrare percorrendo la parte più antica del Corso Vittorio Emanuele, sono già stati avviati i lavori di restauro del prospetto, sia frontale che laterale, della Chiesa di San Pietro.

Se qualche tempo addietro Le ho chiesto la cortesia di divulgare la campagna di sensibilizzazione per la raccolta fondi, scrivo oggi per ringraziare, anche e soprattutto a nome di Padre Gaetano Sardella, quanti hanno permesso di realizzare un progetto nato dalla volontà di mettere in sicurezza una chiesa centralissima e molto frequentata.

Nonostante la generosità di tanti, il raggiungimento della somma necessaria alla realizzazione dell’impresa avrebbe però richiesto molto più tempo senza il decisivo intervento della Famiglia Siracusa che, in memoria del caro Luciano, ha donato l’ingente somma di 25000 euro.

Chi, come me, partecipa abitualmente alla messa mattutina delle 9, prima delle 8.30, ricorda certamente la silenziosa presenza del Dott. Luciano Siracusa, spesso accanto ai suoi due amici di sempre, Rag. Sergio Costa e Ing. Beppe Rodriquez.

cantiere san pietro 1

Inutile qui rammentare il suo operato nella politica sociale e, soprattutto, nel campo del Turismo, avendo rivestito il ruolo di Direttore dell’allora fattiva Azienda, istituita appunto per la promozione delle nostre isole nel mondo. Utile qui rammentare il suo attaccamento alla Chiesa, universale e locale!

Rina, Riccardo, Egle, a voi e ai vostri familiari, va un sentito “grazie” e la riconoscenza dell’intera comunità di fedeli!

Aggiungerei, del paese tutto! Credenti o no, il mettere in sicurezza un edificio di grandi dimensioni, ha certamente una ricaduta sociale su residenti, villeggianti, turisti occasionali.

A lavori ultimati, ci si premurerà comunque di affiggere, nell’atrio di San Pietro, l’elenco di tutti coloro che, sin dalla più piccola offerta, hanno contribuito a rendere agibile questa nostra Casa!

Cordialmente,

Maria Carnevale