Il sindaco Giorgianni : solidarietà alle due persone di Salina, garanzie su trasferimenti fuori dalle isole con barella idonea

” Massima solidarietà alle due persone positive e alle loro famiglie . C’è una cattiveria, in rete, che comprendo poco : vorrei ricordarvi che siamo tutti una comunità e insieme dobbiamo affrontare questo problema”.

Il sindaco di Lipari, Marco Giorgianni, nella diretta facebook domenicale stigmatizza il veleno riversato sui social sui due casi di Coronavirus a Salina: ” Stamattina – ha affermato- mi sono sentito col Sindaco di Santa Marina per fare il punto della situazione. Sono le forze dell’ordine che devono ricostruire gli eventi con le amministrazioni. Si tratta di due casi che non hanno relazione tra loro; una persona è rientrata a Salina potendolo fare ma non ha avuto contatti ed è in una condizione di isolamento domiciliare da quando è arrivata nell’isola e a avuto contatti solo con i medici che hanno effettuato i tamponi. L’altra persona positiva non ha avuto contatti con la ragazza, negli ultimi 15 giorni non ha frequentato altre isole . Giorno 3 o 4 , però, ha avuto contatti con due persone di Lipari ( a Salina, ndr per un funerale) ma le stesse non hanno alcun sintomo e si trovano in isolamento domiciliare”. ( L’anziano è stato trasferito nel pomeriggio, in elicottero, dall’elipista di Malfa, al policlinico di Messina, ndr )

Ed ancora, “sempre col sindaco di Santa Marina abbiamo convenuto di chiedere alla Liberty lines che lo scalo dell’aliscafo che viene da Panarea e Stromboli venga saltato per estrema prudenza . Oggi , con le forze dell’ordine e la nostra struttura comunale ho approfondito le procedure per il trasferimento fuori dalle isole di contagiati e ciò avviene con barella di contenimento attraverso elicottero” ( attualmente velivoli militari in attesa che venga dotato di barella il 118, ndr).

I controlli

“Queste isole- ha continuato ancora il primo cittadino di Lipari- saranno al sicuro se rispetteremo i nostri obblighi . L’evento di Salina deve convincervi : i controlli ci sono e sono efficaci, grazie all’ordinanza del presidente della regione abbiamo ottenuto l’obbligo da parte delle agenzie di ritirare le autocertificazioni che richiediamo e verifichiamo, al di là dei controlli a campione. Nelle isole come Alicudi e Panarea dove non ci sono forze dell’ordine controlliamo per vedere se c’è gente che sta osservando l’isolamento a casa, pena la denuncia. Anche se non vedete il controllo nei porti non vuol dire che non ci sia a monte , cioè al porto di partenza.

L’attività comunale

” Dovevano inziari lavori nel lungomare di Canneto e Sottomonastero ma sono stati rinviati per limitare al massimo gli spostamenti. Eravamo in un periodo di concorsi e abbiamo fermato tutto.

Il richiamo ai propri doveri

“Le passeggiate in sicurezza non sono vietate ma sono fortemente sconsigliate , limitate al massimo ogni contatto e le attività che possono essere rinviate , si disciplini l’accesso nelle attività commerciali . La situazione è sotto controllo, ma nessun controllo sarà efficace se non collaborate e non vi sentite parte di una comunità che deve dimostrare di essere all’altezza della sfida da compiere”.