Gli Oscar di Peter Pan

di Daniele Corrieri

peter-pan160Si avvicina la notte degli Oscar e noi di Lipari possiamo mai essere da meno ? Li consegniamo anche noi !

Fuga per la vittoria: premio ai cittadini di Lipari che assistono impassibili al “ Fare per non far Fare” e che cominciano ad emigrare

Il Pianista: “Premio come miglior attore protagonista” ad Adolfo Sabatini. Da oppositore a Presidente del Consiglio con il flauto magico.

Il Re Leone: “Premio come miglior attore non protagonista” a Bartolo Lauria, cioè a colui che in campagna elettorale fu uno degli uomini decisivi (o quasi) per l’elezione del Sindaco; adesso il “Leone” ritiratosi tra raffiche di vento e pantani nella destra liparese sembra che si ritiri dalla scena.

Per un pugno di Dollari: “Premio per la miglior regia” al Sindaco Marco Giorgianni che con tenacia e fantasia è riuscito a portare a Roma il decreto “salva Lipari”. Ancora però non siamo salvi!

Il Buono, il Brutto e il Cattivo: “Premio per la migliore Sceneggiatura” a Nuccio Russo, che con maestria ha trovato il Buono in Davide Starvaggi, il Brutto smentendo se stesso sul fatto che non aveva assessori da nominare e il Cattivo in Alessandro La Cava , di fatto cacciato di scena senza applausi, e con tanti rimpianti da parte di Don Alessandro.

La Stangata: “Premio miglior sceneggiatura” al sindaco Marco Giorgianni, per l’azzeramento della Giunta a marzo 2013. Perché due erano di troppo, una bastava, l’altro da eliminare. Poker d’Assi! .

I Robinson: “Premio Miglior film straniero” a Roberto Cuccia che al suo arrivo in sala ci portò niente poco di meno che negli Stati Uniti:

Apollo 11: “Premio alle migliori comparse”; i Consiglieri di Minoranza, essendo che si sono persi nello spazio.

Vitti Na Crozza: “Premio Miglior canzone” a Giovanni Sardella; illuminato in un sogno, cantava “Vitti Na Crozza” e decise di illuminare il Cimitero.

La Monaca di Monza: “Premio come Miglior attrice non protagonista” ad Annarita Gugliotta che tecnicamente rappresenterebbe il nuovo che deve arrivare . Ma tace studiando il da farsi.

Le sorelle Materassi: Premio migliori attrici non protagoniste agli ex assessori Berzioli e Masin e all’attuale Tiziana De Luca.

Porto Allegro: “Premio Miglior Fotografia” alla Lipari Porto; ci hanno lasciato la foto del porto che si doveva fare e mai si farà. Di fatto abbiamo un porto romano ma è nei fondali di Sottomonastero.

Il Marchese de Sade : Premio migliori Costumi ad Agostino Giorgianni chiamato dagli amici “eleganza”

L’avvocato del Diavolo: “Premio miglior Montaggio” a Gaetano Orto, che con acrobazie varie ha recuperato un po’ di crediti e che col diavolo litiga ogni giorno per sistemare i conti del bilancio, litiga per un depuratore, litiga con un Tribunale. Diamogli un Giudice di Pace e una bella partita di calcio in uno stadio nuovo per finire il suo sfogo.

L’Infiltrato: “Premio miglior trucco “ ad Antonio Casilli; nonostante la nomina dell’ Assessore di Davide Starvaggi se ne sta all’opposizione.

Na sera e Maggio: “Premio miglior colonna sonora” come inno alla vittoria della Maggioranza a maggio 2012.

Incubi e Menzogne: “Premio Migliore scenografia” ad attori non protagonisti in cerca di un posto al sole. (I collaboratori addomesticati)

L’amico del Giaguaro: “Premio al consigliere Portelli in lotta con il consigliere Lauria.

ET : “Premio per i Migliori effetti speciali”al Presidente della Repubblica che respinge il decreto per l’istituzione della tassa di sbarco. Scoperte le motivazioni: “ Io so Napoletano e più di 1.50 non vi do quando vengo a Stromboli”.

Amici miei: Premio Migliori effetti speciali ai consiglieri comunali di maggioranza e minoranza a spasso, a braccetto, per le vie del Corso Vittorio Emanuele a far , speriamo, non brutti scherzi.

Dove sei fratello: “Premio miglior cortometraggio” al Portavoce Peppino Natoli, sempre presente in ogni comunicato della Giunta.

La Commissione:” Premio migliori cortometraggio” di animazione a tutta la Commissione trasporti nata e poi sparita.

Per concludere il premio alla carriera va a Michele Giacomantonio, ritiratosi tra i suoi libri dopo decenni di battaglie vinte e perse. La sua “Voce” manca.