Federalberghi plaude ordinanza restrittiva su sbarchi a Panarea e Stromboli

Trasporti, Del Bono (Federalberghi) all'assessore Falcone : basta con gli interventi tampone
Christian Del Bono

Federalberghi Isole Eolie plaude all’ordinanza del Sindaco Riccardo Gullo con la quale si riduce da 200 a 100 il numero degli escursionisti ai quali è consentito sbarcare sulle isole di Panarea e Stromboli da ciascuna minicrociera proveniente dalla terraferma.

L’ordinanza è ulteriormente restrittiva rispetto a quella precedente – emessa dallo stesso Sindaco Gullo il 27 luglio scorso, ricalcando quella di chi lo aveva preceduto – e mantiene la suddivisione e l’alternanza tra mattina e pomeriggio per gli sbarchi da chi proviene dalla Sicilia o dalla Calabria.

Proprio il 27 luglio scorso, Federalberghi aveva richiesto l’adozione di strumenti più efficaci per contenere gli afflussi giornalieri e, in ultimo, il 17 agosto aveva denunciato l’eccessiva pressione antropica sull’isola di Panarea venutasi a creare anche per effetto dell’interdizione allo sbarco di escursionisti, opportunamente, imposto per l’isola di Stromboli, dopo la bomba d’acqua che l’aveva colpita il 12 agosto scorso. Un divieto che rimane in vigore fino al 22 agosto per “per consentire il completamento dello sgombero dei detriti alluvionali”.

A tali segnalazioni, era quindi seguito un esposto, richiamato in delibera, a cura del delegato del Sindaco per Panarea, Edoardo Omero e la presa di posizione del Presidente della Sezione Isole Eolie di Italia Nostra, Angelo Sidoti.

Auspichiamo, ha concluso il presidente di Federalberghi Eolie, Christian Del Bono, che le prescrizioni di questa ordinanza possano rimanere tali anche per gli anni a venire, a prescindere dalle contingenze emergenziali, viste le evidenti ridotte capacità di carico delle isole di Panarea e Stromboli.