Eolie e fondi strutturali: fare squadra per non perdere preziose opportunità

Partecipazione attenta e numerosa al convegno promosso dalla Federalberghi eoliana e sostenuto dal Gruppo Parlamentare all’ARS del PD, presso l’hotel Gattopardo di Lipari sulla nuova programmazione dei fondi strutturali.

Nell’introduzione affidata a Christian Del Bono, Presidente di Federalberghi isole Eolie e Isole Minori Sicilia, si è ribadita la necessità di intraprendere fin da subito in modo strutturato la sfida costituita dalle numerose opportunità della nuova programmazione, sottolineando l’importanza di mantenere e rilanciare gli strumenti aggregativi pubblico-privati (GAL, GAC e Distretto delle Isole Minori) che consentono alle isole minori di concorrere unite nell’accesso e nella gestione dei fondi comunitari. Il Sindaco di Lipari, Marco Giorgianni, nell’evidenziare il ruolo ricoperto dalla propria amministrazione nella precedente programmazione, anche attraverso il raggiungimento di importanti parametri di spesa nell’ambito del GAL Isole Minori, ha confermato di aver già intrapreso una serie di interlocuzioni con l’obiettivo di continuare ad attrarre fondi in favore del proprio territorio, guardando anche ai comuni prospicenti della terraferma. Il Sindaco di Leni, Riccardo Gullo, ha evidenziato i rischi connessi alla situazione di monopolio venutasi a creare a seguito del subentro di SNS nella gestione dei collegamenti marittimi delle isole minori. Egli ha altresì sottolineato l’importanza di mantenere il GAL Isole Minori. Il Sindaco di Santa Marina Salina ritiene che la nuova programmazione rappresenti un’opportunità da non perdere. Visti, inoltre, i problemi ancora irrisolti connessi alle strutture portuali e ad altre tematiche che investono i territori insulari, ha rimarcato la necessità di riprendere il DDL isole minori approvato in IV commissione ARS, fermo da due anni in commissione bilancio. Dalle Eolie si evidenzia, comunque, la necessità di completare gli interventi che consentano di superare il gap infrastrutturale che in atto penalizza gli investimenti e le popolazioni locali.eolian-shuttle260

L’importante presenza di deputati regionali, Pippo Laccoto (Presidente della Commissione Attività Produttive), Filippo Panarello (Vice Presidente Commissione Statuto ARS) e Giovanni Panepinto (Presidente dell’Intergruppo all’ARS sullo sviluppo locale) è servita ad inquadrare il binomio agricoltura-turismo nel solco della straordinaria identità territoriale e dei prodotti di nicchia eoliani in connessione alla consistente mole di finanziamenti che arriveranno in questa direzione dal PSR e dal POFESR, rivolti ai privati, alle PMI e ai soggetti pubblici. In quest’ottica, Danilo Conti, Presidente del neonato Bio-Distretto Eolie, ha chiesto delle deroghe in favore delle isole minori in considerazione delle superfici coltivabili limitate di cui queste dispongono, auspicando che i sindaci eoliani possano presto emanare delle ordinanze che vietino l’utilizzo di pesticidi e concimi chimici in favore di prodotti e metodi naturali.

Un’analisi di merito delle misure contenute nei due programmi europei è stata curata dall’esperto di sviluppo locale, Dott. Gaetano Bellavia, che concretamente ha illustrato le opzioni perseguibili quanto In Agricoltura quanto nell’ambito del PO FESR relativamente a Turismo e Ambiente.

Nell’intervento conclusivo l’Assessore Regionale al Turismo, Barbagallo ha dato conto della necessità di proseguire nell’azione di unificare il tratto identitario siciliano ai fini turistici per rafforzarne le straordinarie potenzialità anziché disperderle in interventi parcellizzati e senza una strategia di Sistema, puntando alla destagionalizzazione dei flussi turistici attraverso la valorizzazione di temi che esaltino il prodotto turistico siciliano. A tal fine, ha valorizzato l’impegno profuso nel nesso vincente turismo-cinematografia, da Un Mare di Cinema e dal Salina Doc Fest; ha evidenziato gli impegni in favore della regolamentazione delle guide di media montagna e vulcanologiche che interessano il crescente volume di presenze per le escursioni sullo Stromboli. L’Assessore Bar ha infine fatto un richiamo specifico alla valenza della DMO delle Isole Minori.