Differenziata, Oliva ( Pro Loco Stromboli) : ” piano d’ambito non tiene conto peculiarità isole”

Riceviamo da Rosa Oliva, presidente dell’associazione Pro Loco Stromboli e pubblichiamo:

Stromboli : da giovedì differenziata ma nessun incontro Amministrazione - Pro Loco

In riferimento al Comunicato stampa a firma del Sindaco di Lipari riteniamo sia utile provvedere a delle precisazioni. La nostra Associazione nata il 24 Agosto 2020 è stata promotrice della manifestazione pacifica di sensibilizzazione per la gestione dei flussi turistici giornalieri . La notizia non può essere sfuggita, poiché ne hanno parlato anche i media nazionali e ci siamo presentati con una lettera aperta, inviata secondo i canoni previsti e riportata anch’essa dalla stampa locale.

Lettera nella quale esprimevano il nostro punto di vista e chiedevamo un incontro all’amministrazione comunale. Incontro che è avvenuto il 12 Settembre 2020 fra una delegazione della nostra associazione ed il Sindaco Giorgianni, nel quale abbiamo chiesto che si pervenisse ad una regolamentazione dei flussi turistici giornalieri , che tanto nuocciono al nostro territorio ed all’immagine delle nostre isole. In quella occasione abbiamo discusso anche della “raccolta differenziata” chiedendo come mai a fronte di un piano di ambito approvato ed un appalto assegnato con decorrenza 3 Settembre 2020, nulla era stato fatto.

Ci siamo lasciati con l’impegno di rivederci dopo una settimana, per consentire a noi, di affrontare l’argomento più compiutamente poiché mancava nella documentazione che era stata messa a disposizione degli abitanti di Stromboli, il contratto di appalto con la ditta aggiudicataria, la Loveral. Documentazione che abbiamo acquisito nei mesi successivi . Ad Ottobre 2020 abbiamo formalizzato la costituzione della nostra Associazione provvedendo alla necessaria registrazione all’Agenzia delle Entrate ed avviato la procedura burocratica per l’iscrizione all’albo regionale delle Pro loco. Procedura che come il Signor Sindaco, ha ricordato ha necessitato, anche, del suo parere.

Agli atti del competente ufficio comunale (nota della Città Metropolitana di Messina n.433 del 12 Maggio 2021) dovrebbe risultare il parere favorevole all’iscrizione all’albo regionale istituito presso Assessorato Regionale del Turismo. Omettiamo di proseguire con altri cenni a ciò che è avvenuto nel corso di questi mesi perché avremmo voluto evitare l’inaugurazione della stagione delle polemiche sterili fini a se stesse, che poco giovano a risolvere i problemi poiché aborriamo questa pratica che nulla ha a che vedere con i fini sociali ed istituzionali della nostra associazione.

Andiamo, invece, ai nostri giorni e al disappunto per avere appreso da una diretta Fb, dell’avvio della raccolta differenziata per il 20 del mese corrente. Avvio che doveva essere preceduto, così come il contratto prevede, da una campagna di informazione e sensibilizzazione della popolazione. Il piano d’ambito, a nostro sindacabile giudizio, non ha tenuto in considerazione le peculiarità delle singole isole. Tant’è che, ad oggi, alcune deroghe sono state messe già in atto per Lipari. Perché, quindi, non tenere conto delle peculiarità e difficoltà di attuazione nelle altre isole? Perché non procedere e precedere ad un incontro con le varie realtà? Come da nostra richiesta del Marzo scorso.

Sappiamo, per esempio, che Panarea sarà l’ultima a partire proprio per la difficoltà dell’attuazione di un piano d’ambito che male si adatta a quella isola. Perché il sito di trasferenza rifiuti a Stromboli, rimane in emergenza da oltre venti anni, nella zona più bella dell’isola di Stromboli (lungomare di fronte allo Strombolicchio, visibile anche dal Belvedere della piazza) ?

Perché non adattare l’orario di conferimento alle necessità di ogni isola, venendo incontro alle esigenze di operatori turistici, anziani e fragili? Gli incontri con parte appaltante, Loveral, positivi sicuramente non ci hanno consentito di sapere per esempio chi è il DEC ed il RUP. Non ci hanno consentito di sapere quali sono le zone della nostra isola saranno servite dal PAP e quali le zone che avranno a disposizione i carrellati. Quali i sistemi per fronteggiare l’emergenza dei rifiuti prodotti dai visitatori giornalieri. Ci auguriamo che questo nostro, necessario, chiaramento serva.