Da mercoledì temporali e vento di scirocco

maltempo

Una domenica mite in tutta Italia ma lunedì le nubi saranno in aumento e da martedì, per le piogge intense, potrebbe verificarsi situazioni critiche soprattutto in Liguria – già duramente colpita dal maltempo poche settimane fa – ma anche in Piemonte, Valle d’Aosta e alta Lombardia. Sono queste le previsioni dei metereologi per i prossimi giorni.

“E’ confermata l’ondata di forte maltempo prevista per la prossima settimana a causa dell’arrivo di un’intensa perturbazione che darà luogo a un vortice depressionario nel Mediterraneo occidentale – spiegano i meteorologi del Centro Epson Meteo -. La perturbazione potrebbe dar luogo a forti rovesci e temporali, con il rischio di locali nubifragi già da martedì sulle zone più occidentali della Penisola. Le regioni maggiormente a rischio saranno Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Liguria e il versante tirrenico del Centro. La persistenza di intense precipitazioni potrebbe dare luogo a notevoli accumuli di pioggia nelle successive 48 ore”. “La situazione è potenzialmente delicata sul fronte idrogeologico – sottolinea il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara – in Liguria e Piemonte, non si escludono nubifragi con picchi pluviometrici anche superiori ai 60-70mm in meno di 6 ore. Piogge e rovesci raggiungeranno anche l’alta Toscana ed in generale il Nordest, concentrandosi tuttavia maggiormente su fascia prealpina e Friuli Venezia Giulia in generale”.

“Le criticità maggiori tra martedì e mercoledì riguarderanno il Nordovest e la Toscana – osserva anche il Centro Epson Meteo -: in queste zone potremo avere accumuli oltre 200 mm di pioggia nell’arco di sole 48 ore. La sera di mercoledì verrà colpito anche il Lazio. A rischio pure le zone pedemontane del Nordest”.

“Da mercoledì – avverte Ferrara di 3bmeteo.com – il maltempo guadagnerà terreno con temporali intensi prima su Sardegna e Toscana, poi Sicilia e Lazio, specialmente sulle coste. Piogge in graduale intensificazione pure sui versanti ionici, specie calabresi. Nei giorni a seguire il peggioramento coinvolgerà gradualmente anche il resto del Paese, con ancora una volta possibilità di piogge intense in particolare al Sud, mentre il medio versante adriatico dovrebbe risultare più riparato con fenomeni più occasionali”.

“Entro martedì – conclude Ferrara – si attiveranno inoltre intensi venti di Scirocco che soffieranno su tutti i nostri mari con raffiche anche superiori agli 80-90km/h su Tirreno e Sardegna. Sarà possibile il ritorno dell’acqua alta a Venezia”. (ANSA)