Cisl Fp: ” No a tagli stipendi 118 o sarà sciopero “

ambPalermo, 7 apr. – (Adnkronos) – “Nessuno tocchi gli stipendi dei lavoratori del 118”. Lo dichiara il segretario generale della Cisl Fp Gigi Caracausi che, anzi, mette in guardia: “Siamo pronti allo sciopero”. La reazione forte del leader siciliano del sindacato fa seguito alla lettera del Consiglio di gestione della società Seus, che propone contratti di solidarietà con un taglio delle paghe di almeno il 10 per cento ai lavoratori del 118.

“La Cisl funzione pubblica – prosegue Caracausi – rimanda al mittente (chiunque egli sia) la proposta e rilancia con una minaccia di mobilitazione generale che cercherà di condividere con tutti i sindacati, chiedendo allo stesso tempo ad Angelo Aliquò di assumersi le responsabilità che gli competono e che ha espresso con chiarezza negli incontri che si sono succeduti con frequenza. Incontri durante i quali il fresco direttore generale sembrava volere andare in tutt’altra direzione”.

Ma c’è di più. Al sindacato non sono piaciuti nemmeno i tempi e i “modi” di questa uscita del Consiglio di gestione: “La tempistica di questa uscita di Gaetano Montalbano – dice infatti Caracausi – da tutti identificato come vicino al Presidente ci fa pensare ancora una volta che gli interessi della politica con la ‘p’ minuscola abbiano la meglio su tutto: la macelleria sociale’ , insomma, prevale sulla ‘concertazione sociale’.E la Cisl Fp non starà a guardare”.