Centro Studi nella ” nuova vita dei festival senza contributi”

Comunicato Stampa

articolorepubblica-2“La nuova vita dei festival senza contributi” è il reportage di Valeria Ferrante pubblicato su La Repubblica mercoledì 6 agosto 2014. “La Regione taglia la spesa, gli organizzatori resistono e il pubblico aumenta”; anche in assenza di finanziamenti la Sicilia attira turisti attraverso l’organizzazione di festival e spettacoli di musica e teatro. Tra le varie iniziative culturali siciliane, Valeria Ferrante segnala il festival “Un mare di cinema” e riporta l’intervista del presidente del Centro Studi Eoliano, Nino Saltalamacchia. “Il cinema è diventato un appuntamento fisso per l’estate a Lipari” con la presenza di ospiti importanti e novità del mondo cinematografico, la proiezione di film e documentari d’autore, il concorso per cortometraggi “Eolie in video” e il premio “Efesto d’Oro”.

“Da quest’isola, o meglio dalle Eolie, sono passati i più grandi registi italiani: Rossellini, Antonioni, i Taviani” afferma Nino Saltalamacchia che ricorda come il nostro arcipelago abbia sempre affascinato registi e produttori, da Nanni Moretti con il film “Caro diario”, fino alla recente fiction Rai “Edda Ciano e il comunista”, tratta dall’omonimo libro di Marcello Sorgi. Il festival, come punto d’incontro e di scambio, diventa così un’occasione per promuovere il territorio: cultura e turismo insieme possono davvero rilanciare l’economia siciliana.

 

Lipari, 8 agosto 2014 Centro Studi Eoliano