Centro Studi: fascino Italia conquista mondo

Comunicato Stampa

La grande bellezza del cinema italiano, Braccialetti Rossi e Il giudice meschino

Doppio appuntamento su Rai Uno, stasera e domani alle ore 21.10, con il film per la televisione “Il giudice meschino”, regia di Carlo Carlei, con Luca Zingaretti e Luisa Ranieri. Il film è tratto dall’omonimo romanzo di Mimmo Gangemi che il 18 luglio scorso, ospite del Festival “Un mare di cinema”, al Centro Studi Eoliano ha presentato il suo ultimo romanzo ambientato in Calabria. E’ la storia dell’indolente magistrato Lenzi che riscopre il senso etico e diventa eroe in un contesto difficile, dove spesso il malaffare trova alleati negli uomini di Stato.

E’ terminata domenica 2 marzo la prima serie di “Braccialetti rossi” del regista Giacomo Campiotti che ha diretto anche il film, in onda settimana scorsa su Rai Uno, “Non è mai troppo tardi”, un omaggio al maestro Alberto Manzi, interpretato da Claudio Santamaria.

Giacomo Campiotti è stato premiato dal Centro Studi Eoliano con l’Efesto d’Oro in due occasioni: nel 1995, all’inizio della sua carriera come regista, per il film “Come due coccodrilli”, con la colonna sonora di Lucio Dalla, e nel 2007 per il film “Mai più come prima”.

Nei prossimi mesi il regista di “Braccialetti rossi” tornerà a Lipari, ospite del Centro Studi Eoliano.

Dopo molto tempo il cinema riscopre l’Italia che ancora una volta conquista il mondo con il suo eterno fascino: “La grande bellezza” di Paolo Sorrentino ha vinto l’Oscar come miglior film straniero. “Un film innamorato dell’Italia”, così l’ha definito il regista, sperando, noi con lui, che quest’opera e questa vittoria “siano una porta aperta affinché il cinema italiano diventi più cinema per il mercato internazionale”.

Lipari, 3 marzo 2014

Silvia Campantico – Addetta Stampa – Centro Studi