Bagnamare, Carbone: c’è piano viario alternativo ?

( Con il seguente documento il Giornale di Lipari raggiunge la pubblicazione n° 1000 in poco più di tre mesi di vita. Un sentito ringraziamento a quanti si rivolgono a questo organo di stampa al servizio della comunità p.p.).

Al Signor Sindaco del Comune di Lipari

oggetto: LETTERA APERTA su viabilità Lipari-Canneto

20140129_104040Gentile Signor Sindaco,

purtroppo la nuova chiusura della STRADA DI BAGNAMARE, in data odierna, rende più che mai attuale il contenuto dell’interrogazione presentata dal Consigliere Lo Cascio in data 16 c.m. L’interrogazione, che le ri-inoltro in allegato, è rimasta a tutt’oggi senza risposta.

E’ per questo che, alla luce dell’odierno, prevedibile danno, Le chiedo di conoscere se è stato predisposto un PIANO per la VIABILITA’ alternativa che soddisfi le esigenze dell’intera comunità ma sopratutto delle frazioni penalizzate dal protrarsi di questi inconvenienti, anche sulla falsa riga di quanto evidenziato e suggerito nell’interrogazione suddetta.

Resto in attesa di un sollecito nonchè urgente riscontro

porgo distinti saluti

Silvia Carbone

Commissione TRASPORTI VIABILITA’ E TRAFFICO de La Sinistra

Ecco cosa scriveva al Sindaco, il consigliere Pietro Lo Cascio nell’interrogazione dello scorso 16 gennaio

Interrogazione su viabilità Lipari-Canneto.

Gentile Signor Sindaco,

alla luce dei problemi che hanno coinvolto la rotabile Lipari-Canneto nel tratto di Bagnamare e della relativa chiusura della stessa, nonché degli altri cantieri legati ai lavori di realizzazione del depuratore e che insistono su buona parte delle strade carrozzabili tra il centro di Lipari (via Falcone e Borsellino) e quello di Canneto (zona Unci e Canneto Dentro),

desidero conoscere se

è stata predisposta adeguata comunicazione alla cittadinanza in merito alla durata dei cantieri in questione, o in caso contrario se e in quale modo si intende provvedere in tempi ragionevoli;

è stata predisposta adeguata comunicazione alla cittadinanza in merito a eventuali, futuri interventi in altri tratti delle strade comunali e provinciali che possono determinare oggettivo disagio per il traffico veicolare, o in caso contrario se e in quale modo si intende

farlo;

se ritiene che siano state valutate e attuate tutte le misure necessarie per garantire una viabilità adeguata nei tratti dove è stato smistato il traffico veicolare, inclusa la collocazione di segnali temporanei, semafori mobili ecc.;

se è stato predisposto un controllo effettivo della viabilità e del rispetto dei divieti di sosta laddove vigenti, con particolare riferimento ai tratti stradali dove la presenza di autoveicoli parcheggiati costituisce un oggettivo problema per il traffico stradale a doppio senso, e se a tale scopo sia stata prevista una presenza adeguata della Polizia Municipale nei tratti interessati onde effettuare attività di vigilanza, prevenzione e le opportune verifiche;

se si è provveduto a chiedere alla ditta Urso l’adeguamento temporaneo degli orari dell’autobus, considerando che lo smistamento del traffico in rotabili spesso congestionate e che soffrono evidenti disagi determina di fatto modifiche non trascurabili ai tempi di percorrenza.

In attesa di una sua gentile risposta, porgo distinti saluti

Pietro Lo Cascio

consigliere comunale de La Sinistra