Attività informativa Guardia costiera al porto, oltre 7000 i rientri in Sicilia

Lipari- Guardia costiera impegnata, ormai, da ieri pomeriggio dopo l’emanazione dell’ordinanza del Presidente della Regione, nell’attività informativa per chi viene dalla zone rosse nel porto di Sottomonastero. Il resto dei controlli è delle altre forze dell’ordine sul territorio, i cui rrappresentanti hanno incontrato nella tarda mattinata il Sindaco per il punto della situazione.

Frattanto sono già oltre settemila i Siciliani rientrati sull’Isola dopo la “chiusura” del Nord Italia imposta dal nuovo Decreto Ministeriale, censiti dal sito creato appositamente dalla Regione.

I voli che partono dal nord Italia per giungere a Catania o Palermo, se si escludono poche cancellazioni, sono tutti regolari. I passeggeri provenienti dalle zone rosse vengono controllati e, secondo le disposizioni relative, invitati a porsi in quarantena per almeno 14 giorni. Così ha dichiarato Ruggero Razza: “Stiamo adottando delle misure di contenimento abbiamo chiesto ai ragazzi di registrarsi sul sito della Regione e lo hanno fatto in oltre 7.000, perché in questo momento è determinante potere tracciare la presenza sul territorio di chiunque raggiunge la Sicilia dalle regione di area rossa o gialla”.

Il governatore Nello Musumeci ha infatti firmato due ordinanze per contenere la diffusione dell’epidemia: oltre ad istituire il portale per censire chi arriva in Sicilia da ogni regione d’Italia, con particolare riguardo per le zone rosse, gli stessi devono porsi in autoquarantena fiduciaria per almeno 14 giorni pena sanzioni quali l’arresto o salate multe e comunicare il loro arrivo al proprio Comune, al dipartimento di Prevenzione dell’Azienda sanitaria competente per territorio, nonché al proprio medico.