Asp 5, il neo commissario Cuccì : “Attenzione particolare ai territori disagiati”

«Mi accingo ad assumere la guida dell’Asp di Messina, motivato da spirito di servizio e dall’ entusiasmo che è necessario per affrontare questa la sfida impegnativa. È una tra le più vaste e complesse aziende siciliane ed è necessario porre la giusta attenzione alle variegate e peculiari realtà territoriali».

A dirlo il neo commissario straordinario Giuseppe Cuccì ( nella foto) che aggiunge: «Consapevole delle gravi problematiche legate alla carenza di personale, la Direzione Strategica adotterà i provvedimenti necessari a garantire con equità i bisogni di salute, l’appropriatezza delle prestazioni sanitarie e i LEA, con un’ attenzione particolare ai territori disagiati e non tralasciando di valorizzare mantenere le eccellenze sanitarie e prestazionali che già esistono. Un saluto ai sindaci che rappresentano gli interpreti fondamentali dei bisogni di salute dei territori».

«Al più presto avvieremo una serie di visite nei presidi ospedalieri dell’ Azienda, partendo dalle realtà con maggiori criticità e marginalità, mi riferisco all’ Ospedale di Barcellona Pozzo di Gotto con il pronto soccorso chiuso, ai Servizi Sanitari delle isole Eolie, alle aree montane interne rappresentate dal presidio ospedaliero di Mistretta e al mantenimento della cardiochirurgia pediatrica di Taormina- aggiunge Cuccì- Auspico una fattiva collaborazione con le organizzazioni sindacali, per avviare un proficuo confronto che tuteli i diritti dei lavoratori ed assicuri il raggiungimento degli obiettivi di salute e funzionamento dei servizi che l’Azienda Sanitaria ha come obiettivi primari. Un caro saluto affettuoso al direttore Sindoni che ringrazio per il lavoro svolto e per l’accoglienza che mi ha riservato». ( insanitas.it)